Quotidiani locali

Muore pizzaiolo e volontario dell'associazione La Racchetta

Cristian Moris, 39 anni, argentino ma elbano d’adozione, si è sentito male mentre era al lavoro a Procchio

PROCCHIO. Un malore e per lui non c’è stato niente da fare. Ha colto tutti di sorpresa la notizia che si è sparsa ieri pomeriggio in paese e quindi sull’intera isola dell’improvvisa morte di Cristian Moris, 39 anni originario dell’argentina, ma elbano d’adozione. Faceva il pizzaiolo in un affermato e conosciuto locale d Procchio, nel comune di Marciana.

E sembra che si sia sentito male proprio quando si trovava dietro al bancone, al punto da farsi accompagnare presso il pronto soccorso dell’ospedale civico elbano. Qui i dottori di guardia hanno costatato un principio d’infarto e l’hanno ricoverato d’urgenza per le prime cure del caso. Ma le sue condizioni con l’andare delle ore non sono affatto migliorate. I dottori del nosocomio elbano hanno richiesto il trasferimento del paziente all’ospedale di Livorno con l’elicottero, cosa che è avvenuto sul far della sera. Sembra che a Livorno abbia avuto un successivo attacco di cuore e che questa volta sia stato decisivo per lui. A nulla sono valse le cure dei medici per rianimarlo, per Cristian Moris non c’è più stato nulla da fare. La notizia della sua improvvisa morte si è da prima sparsa in paese, poi fra i compagni e gli amici che lo conoscevano. Molti non ci credevano che potesse essere successo proprio a lui, una persona forte nel fisico e ben allenato, una cosa del genere. Cristian era ben voluto da tutti sul versante occidentale dell’Isola e non solo.

Quando era libero da impegni, lo si trovava a fianco dei volontari dell’associazione La Racchetta, sempre disponibile a interventi di protezione civile. «Era da più di un anno che faceva parte del nostro gruppo – ci dicono dall’associazione campese – e si era distinto per le sue doti e le sue qualità umane. Per noi è una grande perdita». Trasferitosi con la madre giovanissimo all’Elba, aveva qui frequentato le scuole pubbliche e qui contava parecchi amici. Inoltre per il lavoro che svolgeva a contatto con il pubblico era molto apprezzato e stimato sul luogo di lavoro. La notizia della sua prematura scomparsa è esplosa

poi sui social. Diversi e commoventi i saluti delle persone e degli amici che lo hanno conosciuto. La salma sarà cremata giovedì 14 a Livorno, mentre il funerale curato dall'impresa funebre Fuligni si terrà venerdì 15 alle 10,30 nella chiesa parrocchiale di San Gaetano, a Marina di Campo.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista