Quotidiani locali

PIOMBINO

Cultura, vele, gusto: pacchetto vincente

Piombino, San Vincenzo, Suvereto: sindaci concordi sulla funzione associata tra Comuni per un turismo di qualità

PIOMBINO. Cultura, sport, natura, gusto nell’ordine che più piace, ma soprattutto bellezza. La Val di Cornia è (anche) questo e molto altro se si contano numeri e potenzialità. 800mila presenza annue solo per Piombino, che non ha perso punti neppure con la crisi e che davvero crede in una diversificazione che parla di vela & c.: si sta lavorando alla candidatura, nel 2019, per il mondiale Vaurien. È grazie alle iniziative che precedono la regata 100 di Montescristo (13-14 maggio) se è possibile “scoprire” tesori dell’Arcipelago non solo in mare. Ad esempio? Che il Comune di San Vincenzo (incontro sui delfini) è stato il primo Comune d’Italia a sottoscrivere la carta del Santuario Pelagos nel 2012 ed ospita uno dei tre centri d’osservazione del Mediterraneo. O “la regata sensoriale” nella cantina Petra: paesaggio, vino, sempre i piatti dello chef Nocciolini, più l’arte dei giovani danzatori “Soul of Dance”.

Lo chef Nocciolini tra due sommelier...
Lo chef Nocciolini tra due sommelier in Comune a Piombino


La 100 da piazza Bovio. Visto lo scenario, com’è possibile che l’economia resti in sofferenza? «Quando si parla di diversificazione – risponde il sindaco Massimo Giuliani – si punta a un mezzo il più duraturo possibile, in equilibrio tra uomo e ambiente. Perché la diversificazione resta il mezzo con cui si raggiunge l’obiettivo... Oltre tutto – dice – non partiamo da dati negativi, anzi. Piombino è quasi in controtendenza per la costa visto che proprio qui si è resistito più che altrove; certo senza la crescita del 100% vista dal 2004 al 2012, ma pur sempre con più di 800mila presenze annue». Ma bisogna crederci tutti e dunque cominciare col sorriso sin dall’accoglienza del turista. «Esatto, resta il valore tangibile, la gentilezza nel dare informazioni in strada – sottolinea il sindaco – poi la formazione, a cui possiamo collaborare insieme alle associazioni di categoria. Da ricordare che la competitività territoriale fa riferimento alle strade; qui siamo quasi privi di scorrimento veloce, con vie disastrate e collegamenti ferroviari irrisori. Valide le infrastrutture, anche quelle telematiche, per questo sin dal 2014 ci siamo impegnati perché il territorio fosse parte del progetto Telecom per la fibra ottica».

leggi anche:


Oltre la monocoltura industriale. «La fabbrica – ricorda Giuliani – ha creato ricchezza ed emancipazione sociale, ma oggi il lavoro deve essere necessariamente diversificarsi. Per il turismo c'è bisogno di politiche di promozione diverse, non bastano le borse per le vacanze di nicchia. Internet detta legge, tanto che l’80% degli stranieri, come il 60% degli italiani, arrivano da noi grazie al web. Volano le nostre foto grazie a Instagram e puntiamo a una funzione associata tra Comuni, proprio per dare qualità al “nostro turismo”. Non ci possono permettere di sbagliare, non vogliamo flussi come sull’Adriatico: la Val di Cornia insieme alla Val di Pecora e all’Alta Val di Cecina può funzionare come sinergia regalando tante “emozioni” diverse. Ecco perché, anche se si parla di turismo, bisogna considerarlo su un piano di sviluppo industriale: mettendo in sinergia le varie componenti che concorrono al un vero piano di sviluppo industriale del turismo. C’è bisogno di imprenditori – spiega – che ci credono dunque alberghi o residence più servizi ricreativi dai parchi gioco per bambini ai parchi avventura, ne avevamo pensato uno alla Sterpaia... comprese discoteche o balere. Noi diamo l’apporto quando possibile, anche se la zona resta molto preservata. Ed ecco – conferma – perché funziona la politica di qualificazione degli eventi come la 100, per un pubblico più vasto, così per i robot a settembre: vetrina sul Mondo... reti televisive, streaming, web portano la città fuori da sè. Stiamo lavorando con la Lega navale per proporci come campo di regata del mondiale Vaurien 2019».

I ballerini di

I giovani danzatori...
I ballerini di I giovani danzatori di "Soul of Dance" a Petra


I borghi più belli d’Italia. Partita la votazione per far diventare Suvereto il “Borgo dei Borghi 2017”. Qui Petra più tante cantine di prestigio. «La Val di Cornia ha grandi potenzialità – conferma il sindaco Giuliano Parodi – Piombino è il motore di questa operazione-turismo proprio grazie a quel che ha: mare storia, natura... Suvereto si è ritagliato il suo spazio con scelte che sono state fatte negli anni e perché qui si vive bene. Dobbiamo crederci tutti, lavorare insieme».


Pelagos & c. «Alla Torre di San Vincenzo – interviene il sindaco Alessandro Bandini – c’è il punto informativo permanente dell’Osservatorio toscano dei cetacei, importante strumento di coordinamento degli studi e delle attività presenti nel territorio sul tema della biodiversità marina e delle iniziative per la tutela dei cetacei e delle tartarughe marine. Il punto informativo è aperto al pubblico. Il mare è uno dei nostri punti di collegamento e di forza, in questi giorni si sta dimostrando come la sinergia tra pubblico e privato può essere un valore aggiunto per tutto il territorio: per difenderlo, promuoverlo, rilanciarlo».
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore