Quotidiani locali

Due Emme, l’innovazione paga

Rossi firma il protocollo: 5 milioni di investimento e un milione di finanziamenti all'azienda piombinese, pronta a nuove assunzioni

PIOMBINO. E’ stato firmato sabato 11 marzo dal presidente della Regione Enrico Rossi il primo dei protocolli di insediamento a Piombino per un investimento da 2,5 milioni e la creazione di 10 posti di lavoro alla Due Emme del presidente Ivano Monelli, che si è aggiudicata un finanziamento regionale di 509.000 euro finalizzato all’ampliamento della superficie, oltre che all’efficientamento e all’aumento della capacità produttiva.

L’azienda piombinese da oltre 30 anni si occupa di progettazione, costruzione e installazione di impianti tecnologici nei settori dell’industria e dell’energia e intende così ampliare la sua divisione oleodinamica. Due Emme (che si è avvalsa della consulenza finanziaria della Synergy) si è già aggiudicata anche un altro finanziamento regionale per 448.000 euro, presentando un secondo progetto con investimenti per altri 2,24 milioni di euro con un investimento complessivo che sfiora quindi i 5 milioni di euro per poco meno di un milione di finanziamenti.

Il protocollo relativo a questo secondo progetto sarà sottoscritto in aprile, così che con i due finanziamenti complessivamente i nuovi posti di lavoro saranno una quindicina, in un’azienda che occupa già 76 persone.

La Due Emme, 20 milioni di fatturato, ha propri uffici di rappresentanza in Germania, Corea del Sud e Iran, e con l’investimento in programma porterà la superficie coperta aziendale da 2.000 a 4.900 metri quadrati. L’obiettivo è trovare nuovi spazi sui propri mercati di riferimento, a livello internazionale, a partire da quello dell’oil&gas. L’azienda punta a offrire ai clienti un servizio chiavi in mano, dalla proposta progettuale fino alla messa in servizio degli impianti e alla consegna dei certificati di collaudo.

«Sono felice - è stato il commento di Rossi - di siglare questo primo protocollo di insediamento, cioè di dare il via ad un processo di rafforzamento e crescita di un’azienda che ha sede in quest’area così segnata dalla crisi. E’ il segno che alla crisi si può reagire, investendo, creando lavoro, rafforzando la propria vocazione all’export. Brava quindi la Due Emme. Rilanciamo oggi da Piombino un messaggio positivo all’imprenditoria: per chi presenta progetti convincenti, i finanziamenti ci sono. La Regione c’è e terrà aperto il bando fino all’esaurimento delle risorse disponibili. Ed è un segnale positivo che alla Regione siano giunte altre tre richieste di finanziamento provenienti da 8 aziende locali».

Ivano Monelli dal canto suo ha ringraziato Rossi e la Regione, spiegando che il successo di Due Emme viene dalla «capacità di diversificare. Noi nel tempo abbiamo ritenuto utile non guardare più solo alla siderurgia, ma specializzarci anche in altri settori, e oggi solo il 30% del nostro fatturato viene dal territorio. Siamo soddisfatti perché la crescita dell’azienda è andata di pari passo con quella delle persone che lavorano con noi, tutte motivate, continuamente formate e con un’età media di 33 anni».

«Già anni fa ricordo che la Due Emme cercava ingegneri con qualifiche specifiche per un settore innovativo - ha detto il vicesindaco Stefano Ferrini - Ecco, credo che sia proprio in questo episodio la forza di quest’azienda, cioè la sua capacità di diversificare e di innovare. Per questo siamo più che mai contenti che abbia saputo cogliere le opportunità di finanziamento della Regione».

Il presidente Rossi, lasciando l’azienda di Montegemoli diretto al porto per una visita, ha risposto ai giornalisti anche a una domanda sulla crisi Aferpi: «Ho casualmente incontrato il ceo di Cevital, Said Benikene, a Firenze – ha detto Rossi – e mi ha confermato la volontà del gruppo di andare avanti. Certo ci sono grandi ritardi e io sono come San Tommaso, però ha

detto cose che non ci fanno pensar male. Le difficoltà finanziarie? Io credo che quando ci sarà il piano si risolverà anche questo problema. E ricordo che la Regione ha messo a disposizione 20 milioni per il circolante, a condizione appunto che l’azienda presenti il suo piano».
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics