Quotidiani locali

Le grandi manovre Pd: Velo e Fabiani con Orlando, Anselmi e Maestrini con Renzi

Ma non sarà guerra, obiettivo comune è tenere unito il partito
Sindaci, assessori e dirigenti: ecco con chi stanno i big locali

PIOMBINO. Sono iniziate le grandi manovre del Pd verso il congresso e le primarie del 30 aprile: venerdì 10 marzo  a Venturina al circolo “Aldo Montomoli” alle 18 si terrà il primo incontro ufficiale nel comune di Campiglia dei sostenitori della candidatura di Andrea Orlando alla segreteria.

Un gruppo, quello che lavora per Orlando, retto ovviamente da Silvia Velo, da sempre nella corrente dei “Giovani Turchi” che aveva come leader appunto Orlando e Matteo Orfini, passato invece nel gruppo dei renziani, sostenuto in Val di Cornia in primis da Gianni Anselmi.

Con Orlando dunque si è schierato per primo il segretario di Federazione Valerio Fabiani, che ha annunciato pubblicamente la sua scelta nell’incontro che si è svolto alla sede Pd di via Marco Polo. Il suo intervento – in una sala molto affollata – è stato condiviso tra gli altri dalla sindaca di Campiglia, Rossana Soffritti, dagli assessori Claudio Capuano e Marco Chiarei, dall’ex assessore e attuale presidente della Pubblica assistenza, Anna Tempestini. Ma adesione al gruppo che sostiene la candidatura di Orlando è arrivata anche dal sindaco Massimo Giuliani, dal segretario dell’unione comunale Pd, Ettore Rosalba, dagli assessori Margherita Di Giorgi e Ilvio Camberini.

Sono poi con Orlando anche il segretario dell’Unione comunale Pd di Campiglia, Claudio Cerrini e il segretario del circolo “Montomoli" di Venturina, Alberta Ticciati, che saranno con la sottosegretaria Velo all’incontro di oggi pomeriggio a Venturina.

«Dopo le due pesanti sconfitte, alle amministrative e al referendum – ha detto Fabiani in via Polo – l’unico modo che conosco per rialzarsi è capire le ragioni che le hanno determinate e muoversi verso il cambiamento. Adesso dobbiamo rimetterci in connessione con il Paese, dobbiamo tornare a parlare di uguaglianza, fare i conti con una nuova fase che pretende nuove parole e nuove proposte. E’ è Orlando che interpretando questo progetto di cambiamento può, secondo me, ricucire le divisioni nate al nostro interno e nella società, senza rinnegare il lavoro fatto in questi anni ma analizzando ciò che non è stato fatto».

Il prossimo appuntamento degli ”Orlandiani” è la presentazione dei comitati, fissata per il 18 marzo alle 16,30 a Palazzo Appiani.

Se dunque questo fronte è capitanato da una big come Velo, il versante renziano può contare sulla forza dell’ex sindaco e consigliere regionale Gianni Anselmi e della vicesegretaria di Federazione, Carla Maestrini, renziana della prima ora. Nessuno dei protagonisti peraltro vuol dipingere il confronto come un rigurgito della contrapposizione tra i due leader locali, vecchia ormai di tre anni.

«La mia è una scelta riformista a prescindere – spiega Anselmi – ma qui credo ci sia un obiettivo comune, e cioè quello di tenere insieme il nostro partito».

A favore della rielezione di Renzi alla segreteria ci sono anche, tra gli altri, l’ex sindaco e parlamentare Enzo Polidori, l’assessora campigliese Viola Ferroni, il sindaco di San Vincenzo Massimo Bandini, l’assessore sanvincenzino Massimiliano Roventini, Marco Macchioni, il presidente del consiglio comunale piombinese, Angelo Trotta, i consiglieri comunali piombinesi Lucrezia della Lena, Michela Corsini, Valerio Pietrini, la consigliera provinciale

Bruna Geri, e ancora Cinzia Cioncoloni, responsabile sanità del Pd, Dario Ballini, responsabile diritti Pd Val di Cornia Elba, Massimo Tosi, Luca dell’Agnello, Valentina Mannari (gruppo consiliare Suvereto), Luciano Cencioni, sindaco di Sassetta, ed Eleonora Lorenzelli, assessore a Sassetta.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista