Quotidiani locali

Cucina e prodotti a km 0, torna “L’isola in tavola”

L'iniziativa curata da Confesercenti in collaborazione con Accademia della cucina e Parco nazionale

PORTOFERRAIO. Prodotti a chilometri zero, cucina di qualità e promozione dei vari ristoranti del territorio, con un’attenzione particolare a quelli che stanno aperti per buona parte della stagione. È la formula dell’iniziativa targata Confesercenti “L’isola in tavola”, creata lo scorso anno dall’associazione di categoria e riproposta quest’anno, pur con alcuni accorgimenti, con la collaborazione delle delegazione elbana dell’Accademia italiana della cucina e del Parco nazionale dell’Arcipelago toscano.

Dieci cene a tema in altrettanti ristoranti dell’isola a prezzo fisso (30 euro, 35 per chi non prenota), con l’utilizzo dei prodotti locali e di stagione, quindi la tavola rotonda finale con degustazione presso l’azienda Sapereta di Capoliveri, in collaborazione con il consorzio di imprese Elba Taste.

La seconda edizione di “L’isola in tavola” è stata presentata ieri nella sede della Confesercenti elbana alla presenza del presidente Franco De Simone e di Giorgio Leonelli (Confesercenti), della direttrice del Parco Franca Zanichelli e di Rossana Galletti dell’Accademia italiana della cucina.

«Anche quest’anno insieme ad alcuni dei migliori ristoranti dell’isola – ha spiegato il presidente di Confesercenti, Franco De Simone – vi sarà la partecipazione di produttori ed aziende agricole locali che coinvolti attraverso la formula dello storytelling consentirà agli avventori di prendere confidenza con i prodotti e le tradizioni della tavola del nostro territorio».

Per il Parco si tratta della prima collaborazione a questa iniziativa, mentre l’Accademia della cucina era già presente lo scorso anno: gli enti hanno messo a punto un depliant con il quale si indicano i prodotti di stagione.
Il calendario completo dell’iniziativa, che scatta il 19 febbraio con la cena al ristorante Peccati divini, è disponibile sulla pagina Facebook “L’isola in tavola”. Dieci i locali elbani che partecipano: Ristorante Peccati divini (Portoferraio), Ristorante Lido (Portoferraio), Trattoria Il Mambo (Rio Marina), Osteria Malatempora (Portoferraio), Ristorante Il Retrogusto (Portoferraio), Azienda agricola Montefabbrello (Portoferraio), Ritsorante Hotel Villa Rita (Marciana), Ristorante La lampara (Capoliveri),

Ristorante Capo Nord (Marciana Marina), Ristorante Emanuel (Portoferraio). Alle varie iniziative parteciperanno i produttori locali Mazzarri, Acqua calda, Il Calcavello, Montefabbrello, Le Ripalte, Terre del Granito, Acquabona, Arrighi, Sapereta e Consorzio Elba Taste.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro