Menu

Blu Navy cede il 20% agli imprenditori locali

Accordo col pool di aziende Elbasol dopo la vendita del 10% agli albergatori Soddisfatto l’azionista di maggioranza Negri: «Legame col territorio più forte»

PORTOFERRAIO. «Vogliamo che Blu Navy diventi il traghetto dell’Elba». Luigi Negri, azionista di maggioranza della compagnia di navigazione usa queste parole per commentare, a caldo, la nuova trasformazione della compagine societaria, che ha aperto le porte all’ingresso, con una quota consistente, dell’imprenditoria elbana. Blu Navy ha, infatti, ceduto il 20% delle quote societarie a Elbasol, nuovo consorzio formato da alcuni imprenditori locali e rappresentato ieri, al momento della firma dal notaio, da Vincenzo Gorgoglione di Mvd.

Il passaggio rende la compagnia di navigazione ancor più “elbana” dal momento che, già alcuni mesi fa, l’associazione albergatori dell’isola aveva acquistato il 10% della società. «Siamo soddisfatti dell’accordo raggiunto con Elbasol – ha commentato Luigi Negri, azionista di maggioranza di Blu Navy – in questo modo la nostra compagnia non fa che rafforzare il rapporto con il territorio». Con la transazione il 30% delle quote della compagnia passano a rappresentanti diretti del territorio, il 10% agli albergatori e il 20% alle imprese locali, mentre il 49% del pacchetto societario è ancora controllato dalla società Bct, partecipata al 50% da Finsea. Alla stessa genovese Finsea, il cui presidente è Luigi Negri, è ascrivibile un ulteriore 11%, quote che di fatto garantiscono il pacchetto di maggioranza alla società. Il restante 10% è controllato dall’amministratore delegato della compagnia Gianluca Morace.

I dettagli economici della transazione non sono stati resi noti, così come Vincenzo Gorgoglione, in rappresentanza di Elbasol, non ha voluto chiarire, in attesa di una comunicativa ad hoc, la quantità e il nome delle altre imprese che hanno dato forma alla nuova società. Il dato certo è che l’Acciarello, traghetto confermato anche per questa stagione turistica, tornerà a Portoferraio dal 19 aprile al 13 ottobre. «Da qualche anno lavoriamo su questa rotta con alterne fortune – sostiene Luigi Negri, azionista di maggioranza della Blu Navy – Quest’anno siamo pronti al salto di qualità. Le imprese locali ci possono aiutare a capire cosa

il territorio si aspetta da noi. Blu Navy è una compagnia focalizzata sul turismo, quest’anno sarà importante per capire lo sviluppo che potremo avere. Non precludiamo niente al futuro, compresa la possibilità di poter restare sul porto per tutto l’anno».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro