Menu

Montecristo, 600 berte minori sono pronte a spiccare il volo

L’isola liberata dalla presenza dei ratti dopo gli interventi degli ultimi mesi, così le covate di questi rari uccelli marini sono andate a buon fine

Circa 600 berte minori, rari uccelli marini del Mediterraneo, pronte a spiccare il volo, sono state contate sull’isola di Montecristo (Livorno) dopo il processo di derattizzazione coordinato dal Corpo Forestale dello Stato negli ultimi mesi. Lo afferma in una nota l’Ente Parco dell’Arcipelago Toscano. «Le berte - spiega una nota - hanno ripopolato i loro nidi» grazie all’eradicazione del ratto nero, considerato causa del decremento e dell’estinzione della specie perchè fa razzia delle uova e dei pulcini. «Decine di pulcini - dichiara l’Ente - hanno abbandonato il nido per affrontare il loro primo volo, contribuendo, per la prima volta dopo centinaia di anni, ad incrementare il nucleo delle 700 coppie nidificanti sull’Isola. I dati hanno accertato un successo riproduttivo pari al 95%, elevatissimo per una specie che produce un solo piccolo l’anno». I sopralluoghi primaverili, afferma l’Ente, hanno confermato che le popolazioni di anfibi e rettili non hanno risentito negativamente dell’operazione, mentre è stata scoperta la nidificazione della Berta maggiore e il sensibile aumento

del Succiacapre. È stata confermata anche la presenza riproduttiva del Gheppio e del Falco pellegrino. «Ha vinto l’ambientalismo scientifico - commenta in una nota Legambiente - ha vinto la vera, decisa e concreta difesa di un patrimonio naturale inestimabile fatto di animali unici».

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro