Menu

Istat: vita più lunga in Val di Cornia, record a S.Vincenzo

Tante curiosità statistiche: Sassetta il comune più giovane Piombino primo in provincia per la quantità di divorzi

PIOMBINO. La Val di Cornia? Un territorio non propriamente giovane. Si aggira infatti attorno a 46 anni l’età media nell’area, più di due anni al 43,5 che l’Istat segnalava come media nazionale alla fine del 2011. Il Comune più giovane è Sassetta, con di 45,2 anni in media per abitante, quello più anziano è San Vincenzo, con 48,4, secondo in provincia dietro a Marciana. Suvereto conta un’età media di 46,9, Piombino arriva a 47,6, seguito da Campiglia con 45,9.

Ma la media anagrafica non è il solo dei dati statistici in cui è possibile imbattersi consultando le pagine del sito comuni- italiani.it. Percorrendo le varie sezioni scopriamo ad esempio che nel 2010 il comune con un tasso più alto di natalità in Val di Cornia è stato Campiglia con 8,1 ogni mille abitanti, mentre il fanalino di coda lo occupa San Vincenzo con 6,7, che è anche il dato più basso per l’intera provincia di Livorno. Per converso, proprio San Vincenzo detiene in Val di Cornia il record della mortalità per il 2010, con 12,9 deceduti ogni mille abitanti: all’estremo opposto Sassetta, dove il dato si ferma a 1,7. Sassetta è il comune della provincia con la più alta percentuale di stranieri (23,1%), ma anche, passando a dati di tipo economico, il più povero, con 9.003 euro di reddito procapite (primato detenuto in Val di Cornia da Piombino con 12.813 euro).

Sempre Sassetta è il comune della provincia di Livorno con la più bassa percentuale di dichiaranti Irpef (51,6 %). Altri primati piccoli e grandi colmano di dettagli la fotografia del territorio, e così, per esempio, scopriamo che San Vincenzo e Campiglia sono rispettivamente il secondo e il terzo comune con la più alta percentuale di coniugati in tutta la regione (il primo è Pomarance).

A Piombino, al contrario, a distinguersi sono i divorziati, che, in percentuale di 3,8% sull’intera popolazione, detengono il record nell’intera provincia e il terzo posto su scala regionale dopo Arezzo e Forte dei Marmi.

Passando invece a dati di tipo geografico, Piombino diventa il secondo comune della provincia per estensione maggiore del territorio comunale (129,61 kmq: il primo è Castagneto Carducci), mentre San Vincenzo, tenendo naturalmente conto della frazione di San Carlo, è il terzo comune per altitudine massima e maggiore escursione altimetrica

della provincia (646 m) subito dopo Marciana e Campo nell’Elba. L’ultima curiosità riguarda Campiglia Marittima che, con i suoi 19 caratteri, è il comune con il nome più lungo della provincia, a pari merito con Castagneto Carducci e Rosignano Marittimo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro