LA PADRONA DELLA VILLA

«Questa è solo violazione di una proprietà privata»

MARINA DI CAMPO. E’ infuriata Magda Bedeschi dopo quanto accaduto martedì sulla via dei rosmarini che collega La Foce a Fonza. Se per Legambiente e gli escursionisti questo è l’ennesimo abuso di chi...

    MARINA DI CAMPO. E’ infuriata Magda Bedeschi dopo quanto accaduto martedì sulla via dei rosmarini che collega La Foce a Fonza.

    Se per Legambiente e gli escursionisti questo è l’ennesimo abuso di chi vuole «privatizzare la costa», per la famiglia modenese è in atto «una palese violazione della proprietà privata» e la via del tribunale ora è sempre più spianata. Sarà il giudice, insomma, a dire chi è nel giusto, o meglio se si tratta di una violazione di una proprietà privata oppure di un gesto arbitrario che ha impedito l’accesso a un sentiero pubblico. Bedeschi non ha dubbi: «Hanno invaso i nostri confini e abbiamo paura – dice Magda Bedeschi – tanto che abbiamo dovuto ingaggiare una guardia privata. Ieri avevamo messo in piedi per due ore un parapetto che mi serviva per scendere fino al mare, dato che io non riesco a camminare per quella strada. Ora lo hanno tolto e chiederemo il permesso per costruirne un altro nelle vicinanze».

    Il parapetto, una rete con dei pali piantati sul terreno che impediva la continuazione della camminata al fosso di Scarpaccia, è stato sequestrato e rimosso dalle forze dell’ordine che il primo maggio sono intervenute sul posto allertate dagli escursionisti.

    «Subito dopo Pasquetta abbiamo recintato l’area perché è proprietà privata – continua Bedeschi – e non siamo certo pazzi a fare cose del genere se non fossimo certi che quei terreni sono nostri. Così facendo si fanno scappare i proprietari delle ville! Gli elbani vogliono fare come in Corsica, tanto che nella nostra zona hanno affisso degli adesivi con la faccia del corsaro».

    La caletta soprannominata sul web “Cala Bella”, descritta come «esclusiva» sul sito Internet dei Bedeschi che pubblicizza la possibilità di affittare alcuni appartamenti di loro proprietà, è stato un errore. «Ho chiamato subito la ragazza che si occupa del sito – spiega Magda Bedeschi – e abbiamo corretto l’errore. In ogni caso non abbiamo mai scritto che è privata: privato è tutto il parco nei dintorni della nostra villa, le piante le abbiamo piantate noi e tutto ricade dentro i nostri confini».Infine Bedeschi non risparmia stoccate alla guida ambientale Umberto Segnini, che porta in giro i ragazzi delle scuole elbane e gli adulti per gli splendidi sentieri elbani con il marchio “Econauta”, su kayak e barche a vela. «Sono più di venti anni che fa questi blitz sul territorio elbano e contrabbanda un sentiero per un altro. Qualche giorno fa lo abbiamo denunciato. Questa è la strada giusta per far scappare dall’isola i proprietari delle ville!», conclude la signora.(s.t.)

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    03 maggio 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ