Quotidiani locali

Bus navetta a costo zero fra il porto e le spiagge

Collegamenti ogni mezz’ora da via Carducci fino alla Padulella e Capobianco Servizio analogo anche da Rio Marina a Cavo per poter raggiungere Ortano

 

PORTOFERRAIO

Collegamenti moderni e col pollice verde targati Atl, azienda dei trasporti livornese.

È la novità di questa estate, che permetterà spostamenti più semplici con le più belle spiagge di Portoferraio e di Rio Marina a costo zero.

A garantirli saranno due bus navetta elettrici, ma non solo. Un terzo mezzo (ma potrebbe essercene un quarto, anche questo elettrico e attivo nello stesso periodo di tempo) sarà destinato al trasporto merci sull’intero territorio insulare con tutti i risvolti positivi in termini di traffico legato al trasporto merci.

È questa, in sintesi, la novità lanciata con l’iniziativa “Elba Life Plus”, che rientra nel programma recentemente illustrato a Portoferraio a cui hanno dato la loro disponibilità l’Atl di Livorno (i mezzi sono suoi), l’Autorità Portuale e i comuni elbani interessati.

In questi giorni, lungo le strade elbane, si possono incontrare i bus navetta che stanno effettuando delle prove generali prima di dare il via al progetto estivo. Il servizio partirà il 15 giugno e sarà sospeso il 15 settembre.

Il capolinea a Portoferraio del bus elettrico sarà l’area portuale.

Da qui, ogni mezzora, dalle 9 alle 12 e poi dalle 16 alle 19, partirà la navetta per raggiungere, tramite via Carducci, le spiagge delle Ghiaie, Padulella, Cala dei Frati e Capobianco per rientrare in via Manganaro, attraverso il ponte del Brogi nella zona portuale.

Nella zona invece del versante orientale, il bus elettrico farà sosta a Rio Marina per dirigersi a Cavo, ritornare a Rio Marina per trasferirsi a Ortano, sempre nelle stesse fasce d’orario, ma (viste le distanze che ci sono) la navetta passerà ogni ora.

I due mezzi sono molto manovrabili, condizione indispensabile per transitare su strade frequentate e strette (soprattutto d’estate), hanno dieci posti a sedere e otto in piedi. Quindi è in grado di trasportare complessivamente (escluso l’autista) 18 passeggeri.

Si tratta del primo servizio che prende il via nella Provincia di Livorno.

«E sarà – conclude Bruno Bastogi, responsabile del servizio e referente

del progetto Elba Life Plus – il sistema di trasporto del futuro. Quindi abbattimento di consumi di idrocarburi e non solo. Ma anche rispetto per l’ambiente e per favorire l’uso di mezzi pubblici, diminuendo il traffico a ridosso delle nostre spiagge».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE

Scrivere un libro, corso di editing per autori