Quotidiani locali

Tre nuovi concorsi per le imprese

La Camera di commercio ha attivato alcuni bandi per diversi tipi di aziende. In palio non ci sono soldi, ma pubblicità

di Katia Ghilli

CAMPIGLIA

La Camera di commercio aiuta le imprese. Ma solo quelle più virtuose. Esauriti i soldi si punta su altre strategie, tra cui quello della pubblicità e della promozione. Di questi tempi non è molto ma è comunque un’opportunità da non trascurare, almeno per farsi apprezzare sul territorio. E in un mondo in cui tutti si è sempre connessi, avere l’occasione di accrescere la propria visibilità rappresenta comunque una possibilità da non perdere.

Ecco, in dettaglio, quali opportunità sono state attivate per le diverse categoria di impresa.

Imprese agricole. La Camera di commercio sta individuando i 300 imprenditori che, attraverso una vetrina virtuale sul web, potranno presentare e vendere i loro prodotti agricoli. Una filiera corta che viaggia su internet. L’inserimento è gratuito, ma occorre partecipare ad un bando. Diversi i requisiti richiesti per iscriversi, che sono: la sede sul territorio provinciale, l’esercizio dell’attività di produzione, l’iscrizione nel registro delle imprese di Livorno ed essere in regola col pagamento del diritto annuale negli ultimi 5 anni. Inoltre, è importante non avere procedure di liquidazione o fallimento in corso. La domanda, da inviare attraverso la posta elettronica certificata, deve essere presentata entro il 28 febbraio prossimo, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.45. Insieme al modulo, dovrà essere inviata anche la scheda della vendita diretta e la fotografia dell’azienda agricola.

Artigianato artistico. S’intitola “Arte come Mestiere” il concorso di creatività studiato dalla Camera di commercio di Livorno per sostenere l’artigianato artistico locale. Saranno tre le produzioni artistiche che s’intende premiare. Possono essere ammesse non solo le piccole e medie imprese ma anche le cooperative ed i consorzi. Tra i requisiti necessari c’è l’iscrizione all’albo delle imprese artigiane e l’attività svolta sul territorio livornese. Le domande, da inviare tramite posta certificata, devono essere presentate entro la fine di gennaio. Se sarà accettata, gli uffici camerali comunicheranno la data entro la quale l’impresa dovrà recapitare (a proprie spese) l’oggetto con cui ci si candida. La materia da plasmare è il vetro, il ferro e la ceramica. La valutazione avverrà a marzo prossimo. Tre saranno le aziende premiate che potranno partecipare ad una fiera di rilevanza internazionale (a spese della Camera di Commercio di Livorno).

Imprese femminili. Riceveranno il premio “Impresa femminile ed occupazione” quelle ditte che, negli ultimi tre anni, si sono distinte per aver aumentato i livelli occupazionali nonostante la crisi tuttora in corso. Tra i requisiti per partecipare, oltre ai tradizionali previsti per i bandi precedenti (iscrizione etc.) queste ditte non devono aver effettuato licenziamenti nell’ultimo anno ed essere in regola con la legge in materia di diritto al lavoro dei disabili. Sono ammesse a partecipare le ditte che operano in tutti i settori (cooperazione e spedizioni, compresi). In base al numero dei dipendenti sarà aggiudicato un punteggio. C’è tempo fino al 30 aprile prossimo per partecipare al concorso e tentare di vincere il premio in palio. Le domande devono essere inviate al Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Livorno. Tra tutte le candidature saranno scelte le ditte che hanno ottenuto il miglior trend di crescita occupazionale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Piombino Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.