Quotidiani locali

Verduzzo Mdm torna re per una notte

Bella vittoria al sesana del figlio di Ideale Luis

MONTECATINI. Verduzzo Mdm è un cavallo apprezzato dagli appassionati delle corse del Sesana perché corre sempre con grande generosità. Non sempre raccoglie quello che meriterebbe. Sabato sera, 4 agosto, è stata la sua notte, quella dove il figlio di Ideale Luis è ritornato al successo dopo molto tempo.

Già due volte nella riunione, il trottatore allenato e guidato da Riccardo Picchi aveva corso con il piglio del cavallo che va forte. Il 5 luglio era giunto secondo dopo un testa a testa con un un soggetto di qualità superiore. E anche il 28 luglio, pur giungendo sesto, aveva corso da protagonista, girando di fuori al leader quando si andava da 1.13 al km. Sabato questo quattro anni allo stacco della macchina si è sistemato in quarta posizione. Al comando c’era andata Vaniglia Ido, mentre dietro aveva preso posto Victory Grad, terzo trottava Vulcano Tav, quarto il cavallo guidato da Picchi che ha fatto la prima mossa al passaggio quando ha spostato ed è andato lungo sulla leader.

Ai 600 finali Verduzzo Mdm ha dato la sua punta di velocità, andando a fare il match con Vaniglia Ido. Il baio è passato sul finire della retta di fronte, guadagnando due-tre lunghezze diventate quattro. Ha percorso in14.3 l’ultima curva e in retta si è presentato ancora in chiaro vantaggio, imponendosi da gran signore. E a buona media, 1.15.1 al chilometro, con una chiusura veloce, 43.6 gli ultimi 600.

Un successo che premia un trottatore generoso in forma da tempo. Mancava solo la vittoria. Fosse arrivata prima in scuderia si poteva pensare anche ad un volo pindarico, all’Utopia delle Utopie, correre con un cavallo "popolare", partito dalle categorie di minima, anche il Città di Montecatini. Perché quel miglio del Sesana in questa caldissima estate Verduzzo Mdm, il cavallo simpatia della tribuna, appoggiatissimo al gioco in ogni sua uscita, lo percorre veloce, su tempi che varrebbero un posto in una batteria della corsa delle corse: il Gran Premio di Ferragosto.

Per ora può bastare la carezza di una sua tifosissima e

una doppia razione di biada quando le luci del palcoscenico si sono spente, ma nel suo box c’era il gusto inebriante di una piccola grande impresa. Quella che appaga gli uomini di cavalli che si alzano all’alba per coltivare un sogno ed escono dall’ippodromo quando gli altri sono già a casa.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro