Quotidiani locali

monsummano 

Semaforo fuori uso: traffico impazzito in via Empolese

Un guasto alla centralina riporta d’attualità l’esigenza di una rotatoria C’è un progetto da 270mila euro ma giace in un cassetto a causa dei ricorsi

Monsummano

Il “disegno” di una rotatoria da sei anni è chiuso in un cassetto del municipio. E il semaforo è ancora lì, uno dei pochi impianti ancora in funzione sul territorio (a Monsummano resiste anche alla Vergine dei Pini).

Eppure l’esigenza di una rotonda si avverte eccome all’incrocio tra via Empolese, via Cavour (zona tribunale) e via Risorgimento (zona Tiger Flex). Area spesso caotica e intasata, all’ingresso della città. Anche perché se il semaforo si guasta, sono ulteriori dolori. Come è successo in questo fine settimana: un paio di giorni di black out per colpa di due schede della centralina elettronica che una dopo l’altra si sono bruciate. In fretta e furia la polizia municipale ha installato cartellonistica di pericolo e segnali stradali. Non è servito a molto: in più occasioni le automobili sono arrivate a sfiorarsi, e sabato notte l’incidente (non grave) è avvenuto davvero.

«Ma non è colpa del semaforo che non funzionava, perché dopo mezzanotte è sempre lampeggiante: in questo caso qualcuno non ha rispettato la precedenza (che è diritto di chi transita su via Empolese, ndr)», chiarisce il vicesindaco Luca Buccellato. Fatto sta che, nel weekend, il centralino della polizia municipale era parecchio rovente: numerosi gli automobilisti che protestavano per il disservizio e il rischio incidenti. Ieri mattina, alle 9, 0, il semaforo è ripartito, gli agenti erano sul posto già dalle 7,30 per regolare la circolazione, particolarmente intensa nel giorno del mercato settimanale.

«Purtroppo nel fine settimana è complicato trovare la ditta che ripara il guasto, appena è stato possibile abbiamo sostituito la scheda saltata – fanno sapere dal comando di piazza Quattro Novembre – semaforo o no, comunque, deve essere rispettata la precedenza di marcia, in questo caso per chi arriva da via Empolese, alla Vergine dei Pini invece per chi viaggia sulla via Francesca». La bega ha riportato d’attualità l’importanza di una rotatoria: svincoli diffusi sulle nostre strade ma che di frequente non ci sono dove dovrebbero. All’incrocio di via Empolese una rotonda tra l’altro era prevista, fin dal 2012 (su indicazioni dell’Università di Pisa che ha redatto il piano della mobilità). C’è un progetto preliminare da 270.000 euro che però non ha mai avuto un seguito: sarebbero i ricorsi dei privati sugli espropri ad aver bloccato l’iter.

«Se finora non siamo andati avanti è perché abbiamo dato altre priorità e le risorse non sono sufficienti

per fare tutto – dice Buccellato – la rotatoria comunque non è mai stata inserita nel piano delle opere pubbliche. E mi meraviglio che tutti si siano accorti di questa esigenza nell’ultimo weekend». Speriamo dunque che il semaforo resti in funzione. –

LUCA SIGNORINI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro