Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ricci scrive dal Madagascar: «Ci hanno rubato tutto ma per fortuna stiamo bene»

Roberto Ricci in Madagascar

Ex imprenditore di Massa Cozzile impegnato in progetti di aiuto

MASSA E COZZILE. “Buongiorno amici, da alcuni giorni vi ho lasciato senza notizie solo perché è successo un fatto grave che mi ha tenuto isolato fino a ieri”. Inizia così un post pubblicato su Facebook da Roberto Ricci, personaggio conosciuto a Massa e Cozzile e in Valdinievole, impegnato in Africa in un progetto a favore dei piccoli malgasci. “Nella notte tra lunedì e martedì, mentre io e mio figlio Marco dormivamo, ci sono entrati in camera i ladri e ci hanno portato via tutto: cellulari, ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MASSA E COZZILE. “Buongiorno amici, da alcuni giorni vi ho lasciato senza notizie solo perché è successo un fatto grave che mi ha tenuto isolato fino a ieri”. Inizia così un post pubblicato su Facebook da Roberto Ricci, personaggio conosciuto a Massa e Cozzile e in Valdinievole, impegnato in Africa in un progetto a favore dei piccoli malgasci. “Nella notte tra lunedì e martedì, mentre io e mio figlio Marco dormivamo, ci sono entrati in camera i ladri e ci hanno portato via tutto: cellulari, computer, documenti, zaini, denaro e tutto e di più. Un valore inestimabile soprattutto per i dati presenti sui PC e sui telefoni. Per fortuna nessun danno personale se non il trauma di aver perso tutto. Ci sono rimasti solo i vestiti. Un’esperienza della quale avrei fatto volentieri a meno».

« Comunque – ha poi chiarito – sono riuscito a recuperare le carte di credito e i lavori della scuola di Andrafia, nonostante tutto stanno procedendo. Spero entro domani di riuscire a documentarvi in merito. Io sto seguendo ininterrottamente e personalmente le indagini con la gendarmeria e la polizia criminale che senza mezzi e strumentazioni si è messa a mia completa disposizione. Sono io con la mia auto ad accompagnarli per gli interrogatori e le perquisizioni che riusciamo a fare grazie al mandato ottenuto dal Procuratore. Un abbraccio a tutti».

Insomma, una brutta avventura che avrebbe potuto finire peggio ma che non ferma l’attività di Roberto Ricci. Dalla sua pagina Facebook si rimanda al sito di Iam, “I aid Madagascar”, con progetti da finanziare in vari villaggi dell’isola. E ci sono diverse foto dell’ex imprenditore valdinievolino – che alcuni anni fa ha cessato l’attività ed è volato, appunto, in Africa – assieme a piccoli studenti di una scuola edificata grazie anche agli aiuti arrivati dall’Italia. —