Quotidiani locali

i nostri soldi 

Niente rischio di cartelle pazze per i rifiuti: «Solo avvisi bonari»

In arrivo a numerosi utenti bollette per la Tari 2015 Rucco: «Ci sono stati casi di doppi invii, ma sono pochi»

MONTECATINI

Bollette dei rifiuti inviate due volte. Lo sostengono alcuni residenti montecatinesi. Su Facebook hanno scritto di aver ricevuto più volte lo stesso conto da pagare, lamentandosi così per il servizio del Comune e per il rischio di versare un’aliquota doppia. Qualcuno assicura di aver davvero pagato due volte.

Molti si preoccupano per le persone anziane, che potrebbero per errore regolare di nuovo una fattura già saldata. E c’è addirittura chi ha scritto che l’amministrazione comunale, per cercare di tamponare l’emorragia delle “cartelle pazze”, avrebbe aperto uno sportello temporaneo. Del resto Facebook in particolare e i social più in generale sono ormai divenuti la naturale vetrina per la denuncia dei disservizi e delle questioni sociali.

Abbiamo chiesto conferma della problematica e della reale esistenza di cartelle pazze all’assessore all’ambiente e vicesindaco Ennio Rucco. «Ho verificato la questione con gli uffici – ha risposto dopo essersi documentato a riguardo – e in effetti confermo che ci sono stati casi isolati di doppi invii avvenuti per un errore telematico. Ovviamente ci dispiace e ci scusiamo per il disagio. Non abbiamo però aperto alcun servizio dedicato alla questione. Se ne occupano gli uffici trbuti e l’Ica, che gestisce, nella fattispecie, l’invio degli avvisi. Si tratta di accertamenti relativi alla Tari 2015. Non sono, dunque, cartelle esattoriali e i cittadini hanno sessanta giorni di tempo per pagare o per produrre documentazione di avvenuto pagamento. Se poi, anche se mi sentirei di escludere questa possibilità, dovesse emergere che qualcuno ha pagato due volte, verrà rimborsato. Voglio sottolineare che, se verranno rispettati i termini, non saranno richiesti interessi nonostante si tratti di somme che avrebbero dovuto essere già state versate due anni fa. I nostri uffici sono disponibili per chiarimenti, indicazioni e informazioni. Siamo sempre disponibili ad ascoltare e a cercare di risolvere, dove possibile, le difficoltà dei cittadini».

Conviene mettersi in regola al più presto. Trascorsi i sessanta giorni indicati, l'accertamento seguirà il proprio iter naturale e troverà spazio in una cartella esattoriale. Da quel momento, il Comune non sarà più l'interfaccia del procedimento.

Il servizio di smaltimento dei rifiuti a Montecatini, dal mese di marzo scorso, è stato affidato ad Alia che ha sostituito, dopo molti lustri, il gestore Ecologia e Servizi. Nelle scorse settimane sono stati annunciati diversi cambiamenti, anche nel sistema di raccolta che dovrebbero verificarsi gradualmente. Ma il problema di fondo resta lo stesso: molti sostengono che, rispetto al servizio ricevuto, le aliquote sono troppo alte. E pensare

che non ci sono stati aumenti. Il malcontento sulla tassa dei rifiuti non riguarda solo Montecatini. A Pieve a Nievole è stata avviata nei mesi scorsi una sottoscrizione per protestare contro gli incrementi dell'imposta sulla nettezza urbana. —

GIOVANNA LA PORTA

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro