Quotidiani locali

effetto COMICS  

Alberghi, Lucca e Montecatini prese d’assalto dai cosplayer

Le strutture delle due città fanno il boom di clienti: «Prezzi triplicati, da 100 a 1.000 euro a notte per una camera»

LUCCA. C’è chi, forte dell’impennata della domanda, ritocca i prezzi al rialzo. E chi invece la domanda deve crearsela, e quindi ha necessità di studiare un’offerta commerciale vantaggiosa. Sono gli albergatori interessati dal “fenomeno Lucca Comics”.

Un esodo di massa di cosplayer, curiosi e appassionati di fumetti, cinema d’azione e illustrazioni, che, tradotto in numeri, fa circa 240mila persone a spasso per Lucca e dintorni per cinque giorni. E se dentro e fuori le mura i prezzi degli appartamenti in affitto, dal 31 ottobre al 4 novembre, giorni in cui è in programma il maxi evento, aumentano anche di oltre il 250% rispetto agli altri periodi dell’anno, le camere d’albergo viaggiano seguendo la regola del “X3”.

«Anche chi ha prezzi a partire da 30 euro a notte - spiega Paolo Bonino, presidente di Federalberghi Confcommercio Lucca - nel periodo dei Comics alza il prezzo almeno a 100. È sempre stato così».

Ma Lucca, considerate le strutture alberghiere, ovvero quelle con almeno sette camere, conta tra le 1.500 e le 1.600 camere, che dal 31 ottobre al 4 novembre verranno offerte al pubblico a un prezzo compreso tra i 100 e 1.000 euro, a seconda delle stelle della struttura.

Aggiungendo anche le abitazioni in affitto, resta comunque una bella fetta di persone che chiede un posto in cui soggiornare. Ed ecco che entrano in gioco le due zone più vicine alla città. La Versilia e Montecatini. Con due approcci al cliente completamente diversi. Dettati dal mercato.

«Noi intercettiamo soltanto un 10% scarso dei frequentatori dei Comics - dice Maria Bracciotti, presidente degli albergatori della Versilia - e quindi dobbiamo elaborare soluzioni per fidelizzarli e attirarne di più. In molti casi vengono proposti pacchetti comprensivi di biglietti di treno o autobus, per facilitare i clienti nello spostamento verso Lucca. Oppure, in alcune strutture, vengono indetti dei concorsi tra i cosplayer, per eleggere il più bello dell’albergo».

La Versilia, dunque, tenta di entrare in punta di piedi nel “mondo Comics”, lì dove, da tempo, insieme a Lucca, è presente Montecatini.

«I Comics per noi sono un appuntamento fisso, in grado di far lavorare tutti gli alberghi della zona. Chiaramente - racconta Massimo Giusfredi, direttore di Apam, una delle associazioni che rappresentano gli albergatori di Montecatini - i prezzi subiscono un rialzo, ma questo semplicemente perché ci arrivano molte richieste». Le camere disponibili, a Montecatini, sono circa 12mila. Buona parte di queste vengono interessate dal flusso dei partecipanti al tradizionale festival lucchese, come conferma Giusfredi: «Montecatini è molto battuta perché può vantare un ottimo collegamento ferroviario con Lucca». L’aria di Comics fa già sorridere i proprietari delle strutture ricettive, anche se non mancano le preoccupazioni. «Leghiamo ancora di più i Comics a Lucca, l’amministrazione potrebbe

organizzare iniziative collaterali durante l’anno. Perché un evento da 240mila persone è gustoso per tutti, e dobbiamo scongiurare con tutte le forze la possibilità che possa finire, o spostarsi altrove. L’indotto che lavora grazie ai Comics ha proporzioni smisurate». —
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro