Quotidiani locali

web e fotografia 

Dal 1º settembre anche a Pescia sarà “Wiki Loves Monuments”

Via libera della giunta all’adesione al concorso fotografico più grande del mondo palcoscenico per la città e per appassionati e professionisti di istantanee digitali

Pescia

“Wiki Loves Monuments” alla conquista della patria di Collodi. La giunta municipale ha approvato all’unanimità la proposta del vicesindaco e assessore a turismo e cultura Guja Guidi per l’adesione all’edizione 2018 del concorso fotografico più grande del mondo. Un’opportunità per valorizzare un monumento o un ambiente di particolare valore. Gli obiettivi di Wiki Loves Monuments sono la valorizzazione e la documentazione del patrimonio culturale italiano sul Web, promuovere la sua ricchezza artistica culturale e aumentare la consapevolezza della necessità di tutela dei monumenti e delle aree archeologiche e ambientali preservandone la memoria.

In provincia di Pistoia aderiscono città come Montecatini, Chiesina Uzzanese e Serravalle Pistoiese. In Toscana città come Firenze, Empoli, Pisa, Piombino, Forte dei Marmi e Montepulciano

Oltre all’adesione la Giunta gli ambienti più rappresentativi (pubblici e privati) per la realizzazione delle foto. Per la categoria siti artistici sono stati individuati la gipsoteca Libero Andreotti-Palazzo del Palagio, il Palazzo del Vicario, il lungo fiume Pescia, Porta Fiorentina, il teatro Giovanni Pacini, le mura di Pescia, l’Istituto tecnico agrario “Dionisio Anzilotti”, l’archivio di Stato, piazza del Grano , piazza Giuseppe Mazzini e via del Torrione. Tra i siti naturali e di interesse non potevano mancare la via della Fiaba (percorso trekking da Pescia a Collodi e viceversa) e la Valleriana, o Svizzera Pesciatina, con le sue “10 Castella”: Pietrabuona, Medicina, Fibbialla, Aramo, Vellano, San Quirico, Sorana, Castelvecchio, Stiappa, Pontito). Una categoria a parte meritano i siti della Fondazione nazionale Carlo Collodi: il Parco monumentale di Pinocchio e lo storico giardino Garzoni e Collodi Butterfly House. Infine, per quel che riguarda i siti di privati sono stati suggeriti il museo della Carta il museo etnografico del minatore e del cavatore “La Miniera di Publio”, la cava Nardini di Pietra Serena, i museo degli agrumi “Hesperidarium, i museo del bonsai di Franchi, il giardino della Villa Guardatoia e, per concludere palazzo Matteucci.

Il progetto è promosso e coordinato da Wikimedia Italia, l’associazione di promozione sociale attiva dal 2005 in qualità di corrispondente italiana ufficiale di Wikimedia Foundation. Il comune di Pescia aderisce in collaborazione

con il sito Pescia.iltuopaese.com che ha anche una pagina facebook.

Per gli aggiornamenti sul concorso è possibile visitare il sito pescia.iltuopaese.com sezione “Turismo e Cultura” e le pagine Facebook “Pescia Il Tuo Paese” e “Wiki Loves Toscana”. —





TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro