Quotidiani locali

Acque Spa minaccia di chiudere le fognature a un hotel

“Guerra” degli scarichi a Montecatini, l'insolito provvedimento annunciato dall'azienda per risolvere il contenzioso su alcune bollette non pagate

MONTECATINI. Tu non mi hai ancora pagato le bollette? E io ti impedisco l’accesso alla fognatura. La singolare forma di “recupero crediti” sta per essere posta in essere da Acque Spa, la società che ha in gestione a Montecatini il servizio di scarico e depurazione. E la prima fase dell’operazione è già scattata lunedì, quando davanti a un grande albergo della zona termale i tecnici di Acque spa hanno eseguito opere definite “propedeutiche” allo “stop agli scarichi”: in pratica hanno fatto una buca sull’asfalto per raggiungere la tubazione della rete alla quale è stata applicata una specie di saracinesca, pronta a scattare come una tagliola nel caso la questione con la società alberghiera non dovesse trovare una soluzione soddisfacente. E viene fornita anche una data per quanto riguarda l’esecuzione: mercoledì 18.

Ma come si è arrivati a questo punto? Bisogna prima spiegare la procedura.

Per quanto riguarda le normali utenze, ad emettere una unica bolletta è Suez, la società che ha in appalto a Montecatini la gestione della rete idrica. Questa, oltre a fatturare i consumi, applica anche le voci relative alle cifre da pagare per la depurazione. Poi queste cifre vengono successivamente girate ad Acque Spa, che è, invece, il gestore del servizio fognatura e depurazione.

Diversa è la procedura per le aziende industriali alberghiere, vale a dire quegli hotel che hanno oltre 200 “unità abitative equivalenti”. Nei loro confronti la fattura per la depurazione viene emessa direttamente da Acque Spa. E la tariffa è più alta.

E qui torniamo alla nostra storia. Il grand hotel in questione è però in causa civile con il gestore perché non ritiene giusti i calcoli eseguiti, che al momento porterebbero a un debito di 36 mila euro e spiccioli. La prossima udienza in tribunale è fissata per il mese di novembre. Ed è principalmente per questo motivo che il legale dell’albergo ha immediatamente scritto ad Acque Spa sottolineando che sarebbe quanto meno opportuno sospendere l’iniziativa di interrompere servizi essenziali che porterebbe a conseguenze gravissime per la clientela sul piano igienico e sanitario. Insomma, sottolinea l’avvocato, se il tribunale dovesse ritenere erronea

l’applicazione delle tariffe da parte di Acque Spa, la sospensione del servizio potrebbe essere considerata un atto illecito, con conseguenze di natura civile e, forse, anche penale. E intanto il 18 luglio si avvicina. —

Alessandro Gasperini. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro