Quotidiani locali

Montecatini, ecco la super pista per bikers: discese da cross, paraboliche e un panorama è da sogno - Video

Due bikers hanno testato per “il Tirreno” il nuovo sentiero realizzato a Montecatini Alto per Bmc. Pendenze del 23%, pietraia e pavé, discesa da cross country e pedana parabolica

Montecatini: ecco la nuova pista per bikers Due bikers hanno testato per “Il Tirreno” il nuovo sentiero realizzato a Montecatini Alto per Bmc. Pendenze del 23%, pietraia e pavé, discesa da cross country e pedana parabolica (Video Paolo Nucci)

MONTECATINI. Un giusto allenamento, una dose di tecnica, un pizzico di coraggio e soprattutto una mountainbike o una bici da enduro: sono questi gli ingredienti necessari per poter scoprire il nuovo anello di sei chilometri, ricavato all’interno del bosco, che costeggia la storica funicolare e che giunge a sfiorare l’antico borgo di Montecatini Alto, scendendo poi per via Amore e Collaredo.

Il tracciato, che in certi punti ripercorre alcuni tratti della Granfondo delle Terme, nota tappa della challenge Mtb Tour Toscana Olympia Grand Prix, è stato realizzato in appena quindici giorni da Gran Tour Events per Bmc Switzerland, con la co-progettazione del Comune, al fine di costituire un terreno di prova per la gamma di bici 2019.

Il sentiero in mezzo al verde (Foto...
Il sentiero in mezzo al verde (Foto Nucci)


Il quarantaduenne pesciatino Lorenzo Losi, tesserato con il team Mtb Montecatini, e il coetaneo Salvatore Campisi da Altopascio, hanno testato per “Il Tirreno” i sei chilometri, descrivendoli in dettaglio ed esprimendo le emozioni provate nell’essere completamente immersi nella natura.

Una freccia posta sulla stradina interna, rispetto alla via principale Armando Diaz, indica l’inizio del percorso. «Il primo chilometro– hanno raccontato i bikers all’arrivo – è piuttosto difficile. Le pendenze in alcuni punti toccano il 23%. Il sentiero, infatti, è stretto e la salita nei primi mille metri è davvero dura. Il terreno è pietroso e serve un buon equilibrio per rimanere in piedi».

Ma le difficoltà, però, non terminano qui, perché venticinque gradoni attendono gli sportivi, che si cimentano in questa prova. A dar coraggio agli intrepidi bikers, sono stati i turisti presenti sui vagoni rossi di Gigio e Gigia: salutano i ciclisti mentre ammirano il panorama circostante.

Un tratto del sentiero che passa...
Un tratto del sentiero che passa sopra alla funicolare (Foto Nucci)


Lorenzo e Salvatore comunque hanno continuato la loro, oltrepassando un ponte e proseguendo la scalata fino al borgo antico. «Qui, dopo due chilometri e mezzo con vista panoramica sulla Valdinievole – spiegano i riders – abbiamo affrontato l’ultimo strappo di Montecatini Alto con la strada in pavé».

Terminato il quarto chilometro, una biforcazione permette di scegliere tra la discesa da cross country o quella da enduro con dislivelli notevoli e un salto impegnativo da compiere. Salvatore, con la sua bicicletta full (ovvero biammortizzata) e Lorenzo hanno provato l’adrenalina pura del salto. Infine il tratto finale ha presentato una pedana parabolica e un altro divertente salto. La discesa è poi terminata su una vecchia mulattiera in pietra, che ha condotto i ciclisti sulla strada in asfalto nei pressi della Casina Rossa.

«È una sorta di palestra all’aperto – hanno concluso Lorenzo e Salvatore – perfetta per ritrovare il contatto con la natura, per riscoprire le bellezze del nostro territorio con panorami davvero mozzafiato, e soprattutto per rilassarsi». 
 

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro