Quotidiani locali

economia

Casa del turismo a Montecatini, ora c’è l’accordo

L’ex edificio Apt di viale Verdi diventerà la base organizzativa per le manifestazioni promosse in Valdinievole

MONTECATINI. E finalmente il Palazzo del turismo si trasformò in Casa del turismo. Non si pensi a un mero passaggio semantico, ma a una vera e propria rivoluzione che porterà l’ex-sede dell’Apt a transitare dalla Provincia al Comune di Pistoia e, subito dopo, da questo al Comune di Montecatini.

Dopo mesi di stallo, l’incontro risolutore tra il presidente della Provincia Rinaldo Vanni e l’assessore pistoiese al patrimonio immobiliare, Margherita Semplici, è avvenuto, e la situazione si è sbloccata sulla base di un accordo anche economico: Pistoia rimborserà la Provincia delle utenze pagate finora, in totale circa 40mila euro.

La storia del fabbricato, che si sviluppa su tre piani all’angolo tra viale Verdi e viale Manzoni (con uffici, ampie sale conferenze e la “rotonda” che funge da punto informazioni al piano terra) è stata quanto mai travagliata in questi ultimi anni. Tre gli enti pubblici da mettere d’accordo: la Provincia, proprietaria dell’immobile; il Comune di Pistoia, titolare della voce “turismo” a livello di territorio provinciale in quanto capoluogo e destinatario delle deleghe secondo la legge; il Comune di Montecatini, in attesa di un riconoscimento formale per la gestione associata del settore per ciò che riguarda la Valdinievole e, di conseguenza, la possibilità di entrare in possesso dell’ex Apt. E nel mezzo, come detto, il Palazzo del turismo, destinato a diventare la naturale sede operativa, il centro di comando dove far confluire tutte le istanze e disegnare le strategie turistiche dell’intero comparto Valdinievole.

Nella “Casa del turismo” (così si dovrebbe chiamare) troveranno spazio i quartier generali delle grandi manifestazioni in svolgimento in città, l’ufficio informazioni, le aule per la convegnistica e forse anche l’ufficio dell’assessorato al turismo di Montecatini. Una sorta di accoglienza territoriale al turista, gestita da un nuovo organo decisionale privato che si interfacci costantemente con i Comuni del territorio.

Nelle scorse settimane, tanto per non farsi mancare nulla, era anche caduto un pezzo di cornicione e parte dell’area che si affaccia su viale Manzoni era stata transennata. Ora, come detto, l’accelerata finale. «Ci siamo incontrati con il Comune di Pistoia – racconta Vanni – e mi hanno assicurato che stanno per predisporre tutti i passaggi necessari. Restano da inserire pochi dettagli per completare l’atto di convenzione per l’assegnazione del bene, che sarà poi recepito da entrambe le amministrazioni. Ma sono fiducioso che il percorso possa essere formalizzato entro il 15 giugno».

Vanni spiega anche cosa ha messo i fermi alle ruote a questa annosa vicenda. «Dovevano essere definite in maniera puntuale le somme che il Comune di Pistoia dovrà girare alla Provincia, che ha in questi anni continuato a pagare le utenze di un bene che formalmente non era più suo, per un totale di 40mila euro».

Il trasferimento delle funzioni legate al turismo in capo al Comune di Pistoia porta quindi in dote

anche l’immobile all’interno del quale tali funzioni saranno espletate. Funzioni delle quali si occuperà in Valdinievole (almeno così negli accordi tra tutti i comuni del comprensorio) Montecatini. Che dovrebbe ricevere in comodato il bene la prossima estate.


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro