Quotidiani locali

Monsummano aspetta la sua piazza di Spagna

Il progetto esecutivo per piazza Amendola  prevede la costruzione di una scalinata

MONSUMMANO. Il piano di riqualificazione delle piazze del centro storico batte un colpo con l'approvazione del progetto esecutivo di piazza Amendola, spazio inclinato oggi carrabile e a parcheggio su un lato dell'Osteria dei Pellegrini (di fronte a Tiffany, per intendersi). È l'ultimo passaggio burocratico di competenza del Comune (c'era da attendere il via libera della Soprintendenza), che adesso con il documento in mano potrà partecipare ai bandi con in ballo cospicui finanziamenti.

«Ci stiamo guardando intorno, tra contributi esterni e soluzione interna – spiega l'assessore ai lavori pubblici, Luca Buccellato – è un progetto portato avanti con convinzione, abbiamo però ritenuto di dare precedena a quelli sugli edifici scolastici, che per la funzione che svolgono devono avere la massima priorità su tutto. Sulle scuole abbiamo investito tante risorse, distogliendole da altre cose. Avevamo provato a legare la realizzazione di piazza Amendola alla vendita del centro cottura e mensa di via Abruzzo, ma dopo diversi inutili tentativi ritengo sia intelligente cambiare strategia (per lo stabile in zona industriale sono andate deserte un paio di aste con prezzo di poco inferiore al milione di euro, ndr)».


Un’immagine di piazza Amendola a...
Un’immagine di piazza Amendola a Monsummano com’è oggi


Si tratta di un primo stralcio dal costo di circa 523.000 euro del mega progetto di ristrutturazione che si aggira intorno ai 2,5 milioni totali, e che comprende il maquillage anche di piazza Giusti, piazza Martini, piazzetta San Carlo, piazza del Popolo e via Toti (in questo caso però siamo solo ai progetti preliminari per un procedimento ancora lungo e pieno di ostacoli).

I progettisti sono gli architetti milanesi Massimo Bigozzi e Marco Migliore con la società cooperativa Coprat, che nel 2013 hanno vinto il concorso d'idee bandito dall'amministrazione.

Piazza Amendola, facendo le dovute proporzioni, avrà i contorni di una piccola piazza di Spagna: totale pedonalizzazione (spariranno dunque i 15 posti auto presenti), ampia scalinata centrale, nuovo piano di calpestio per coprire il dislivello esistente, nuova pavimentazione anche sugli accessi da via Ventavoli e dalla strada regionale, due rampe laterali per consentire il transito ai soli mezzi di soccorso, elementi di arredo come panchine, alberature ornamentali e illuminazione. Lo scenario cambierebbe completamente.

Dal municipio sperano di avviare il cantiere entro la fine dell'attuale mandato, che scade nel giugno 2019. «Ogni considerazione sui tempi è legata alle risorse, che però oggi ancora non ci sono», afferma Buccellato.

La sensazione è che il compito di portare in fondo l'ambiziosa riqualificazione (innanzitutto di piazza Amendola e, a maggior ragione, di tutto il resto del centro storico) tocchi alle amministrazioni che verranno.


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori