Quotidiani locali

Tregua in vista sulle cartelle per il Consorzio di bonifica

Esito parzialmente positivo dell’incontro tra i consorziati e il commissario Possibile sospensione per il 2016-2017. E il 2018 si pagherà a novembre

MONTECATINI. «Una sconfitta che ci vede vittoriosi»: così Gino Biondi, presidente del comitato Consorziati Valdinievole, dopo il recente incontro con il commissario del Consorzio di bonifica del Basso Valdarno, Fabio Zappalorti, e il direttore generale Sandro Borsacchi (che ha preso il posto del dimissionario Giovanni Bracci).

Dalla riunione sono uscite notizie positive per i contribuenti valdinievolini che l'anno scorso si sono visti arrivare bollette del Consorzio di bonifica in alcuni casi triplicate, e a marzo hanno formato il comitato. Il manager, messo lì a inizio anno dalla Regione dopo la sfiducia all'ex presidente Marco Monaco e lo scioglimento dell'assemblea, ha aperto spiragli sulla possibilità di “non avviare il percorso di notifica delle cartelle riferite agli anni 2016 e 2017 che i consorziati Valdinievole non hanno ancora pagato”. E nell'occasione ha annunciato che la tassa di bonifica 2018 arriverà non a giugno come consuetudine, ma tra novembre e dicembre prossimi, in concomitanza con la comunicazione delle nuove elezioni per rinnovare l'assemblea consortile (un'unica lettera permetterebbe di risparmiare bei soldi all'ente di bonifica), un voto che si terrà a gennaio 2019 come per gli altri Consorzi toscani.

«A fronte dell'esposizione delle nostre rivendicazioni che erano già conosciute – spiegano i consorziati - il commissario ha confermato la sua disponibilità e quella della sua struttura amministrativa ad affrontare i temi nell'ambito dell'incarico che la Regione gli ha affidato, e che sostanzialmente è volto alla gestione ordinaria e all'indizione di nuove elezioni. È stato espresso l'impegno di collaborare anche con noi per vedere se c'è la possibilità di rivedere le aliquote e quindi abbassare la contribuenza per il 2018, tutto questo in attesa di approvare il nuovo Piano di classifica su cui quelle aliquote vengono calcolate, un compito che però spetterà alla prossima assemblea eletta del Consorzio».

Secondo il comitato, l'incontro con Zappalorti e Borsacchi “è stato costruttivo e confidiamo di cogliere qualche apprezzabile risultato. Abbiamo concordato un percorso che si concluderà nei prossimi mesi durante il quale si terranno altri incontri in cui verificare il lavoro svolto”.

Sottolinea ancora Gino Biondi: «È chiaro che questa non è una vittoria piena, ma insomma qualcosa di positivo si è mosso per la Valdinievole.

È la dimostrazione che se i cittadini si muovono in modo organico la politica non può fare altro che ascoltare e prendere delle decisioni. Adesso, per le prossime elezioni, cerchiamo di non voltare le spalle ma facciamo sentire il peso del nostro territorio».


 

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik