Quotidiani locali

Montecatini a crescita zero

Ma rispetto al 2016 in città aumenta ancora la percentuale di residenti stranieri: 20,27%, più alta di quella registrata a Prato

MONTECATINI. Restano stabili i residenti in città (la differenza, in negativo, è di sole quattro unità), ma la percentuale di stranieri torna prepotentemente a farsi sentire e per la seconda volta nella storia di Montecatini sfonda quota 20 per cento (20,27%, per l’esattezza). Sono i dati più importanti che emergono dalle statistiche elaborate dall’ufficio anagrafe comunale (peraltro ancora ufficiose e non approvate dall’Istat) e con i quali si è concluso il 2017.

In attesa del confronto con le altre città “capoluogo” della Valdinievole, Monsummano e Pescia (la prima dovrebbe comunque essere ancora la città più popolosa del territorio, così come accade ormai dal 2011, con oltre 21mila residenti; la seconda dovrebbe aggirarsi invece attorno ai 19.500 abitanti), siamo comunque già in grado di tracciare un bilancio per ciò che riguarda Montecatini.

La città termale, prendendo in esame solo gli ultimi anni, è passata dai 21.374 residenti del 2011 ai 19.441 del 2012, ai 20.293 del 2013, ai 20.388 del 2014, ai 20.409 del 2015 e ai 20.455 del 2016. Nell’anno appena concluso il numero totale di residenti è stato di 20.451 unità, dei quali 9.463 maschi (erano 9.385 nel 2016) e 11.078 femmine (11.070 nel 2016). Quindi, a fronte di una sostanziale “tenuta” delle donne, sono invece aumentati di ben 78 unità gli uomini.

Un altro dato interessante è quello delle famiglie: ce ne sono 9.649 a Montecatini, laddove a Monsummano si sono da tempo attestate sulle circa 8.500, segno che i nuclei familiari di quest’ultima città sono ben più numerosi (o forse anche che nella prima realtà ci sono molti più single o coppie senza figli).

A Montecatini, sempre nel corso del 2017, sono nati 153 bambini (contro i 137 del 2016 e i 134 del 2015), 78 maschietti e 75 femminucce. Sono invece state 281 le persone morte (124 uomini e 157 donne), contro le 236 del 2016.

Capitolo stranieri: tra comunitari ed extracomunitari in città se ne contano ufficialmente 4.145 (con una netta prevalenza di donne, 2.464, contro i 1.681 uomini), ormai il 20,27% del totale dei residenti. Montecatini si conferma perciò una delle prime città in Italia per ciò che riguarda l’incidenza dei cittadini provenienti da oltreconfine, “battendo” in questa speciale classifica anche Prato che a fine settembre 2017 (come riportato nel sito del Comune) era a oltre 37mila stranieri (dei quali 20mila cinesi), ovvero il 19,5% del totale (percentuale che supera tutte le grandi città, da Milano a Torino fino a Roma).

E l’attuale percentuale non è neanche il record assoluto per Montecatini, che si è invece toccato nel 2013 con il numero di 4.203 stranieri (il 20,71% del totale), per poi scendere al 19,05% nel 2014,
risalire al 19,36% nel 2015 e al 19,77% nel 2016. E si pensi che di stranieri in città ce n’erano solo 1.014 esattamente vent’anni fa, nel 1998 (neanche il 5% dei residenti). La comunità maggiormente rappresentata è quella romena, con 1.409 residenti, seguita da quella albanese con 770.

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon