Quotidiani locali

Natale flop: crollo del 50%, ma la Ruota non smonta

Bilancio fallimentare dei gestori delle attività all’aperto. Un incontro in Comune

MONTECATINI. Colpa del maltempo, certo. La pioggia non ha dato tregua soprattutto nei periodi in cui l’affluenza avrebbe dovuto essere massima, a cominciare dal ponte dell’Immacolata. Ma che le presenze, rispetto all’anno scorso, si fossero dimezzate, forse nessuno se l’aspettava. Questo almeno per le attività all’aperto, e quindi più esposte ai capricci meteorologici (per i dati della Casa di Babbo Natale bisognerà attendere se e quando la gestione vorrà renderli pubblici). I gestori di Ruota panoramica e Luna park, ieri (vero ultimo giorno delle festività dato che l’Epifania cadeva di sabato e quindi concedeva 24 ore di “bonus” al divertimento dei bambini), scuotevano mestamente la testa alla domanda: “com’è andata? ”.

«Poca gente, è piovuto troppo – risponde Deluca Moruzzi dalla biglietteria della Ruota – il calo di visitatori lo posso stimare almeno del 50%. Eppure di turisti ce n’erano. Ma l’acqua li ha scoraggiati a uscire. C’è anche da dire che i dati non dipendono tutti dal clima avverso».

Morucci riflette su cosa non è andato dal punto di vista organizzativo. «Bisogna tornare ad operare come nel primo anno, tutti insieme. Bisogna programmare i pacchetti turistici, la promozione, le varie attività con sconti ai clienti degli hotel. Così possiamo imporci come la vera Città del Natale. Ormai di brutte copie ce ne sono tante, ma nessuno ha il potere attrattivo di Montecatini. C’è bisogno di ricomporre il comitato e nei prossimi giorni abbiamo intenzione di chiedere una riunione in Comune per cominciare ad organizzare il 2018. Io comunque non smonto la ruota, ho già le autorizzazioni e rimango anche dopo Pasqua, fino al 2 maggio. Ma bisogna pensare a una partnership con gli hotel, a sconti e pacchetti speciali per i loro clienti. Con la primavera c’è la possibilità di riacquistare terreno se lavoriamo in questo senso».

Ed è più o meno lo stesso ragionamento di Alberto De Luca, gestore del Luna park. «Inizialmente era un bell’evento – dice, confermando un calo di visite del 50-60% – e lo abbiano un po’ sciupato. Allora dobbiamo fare “mea culpa” e ripartire

dal coordinamento. Quest’anno non c’erano promozione e programmazione. Sono d’accordo di chiedere un incontro, abbiamo un’amministrazione comunale che ci è vicina e ci ascolta. Sta a noi organizzarci e fare sì che Montecatini diventi la vera e originale Città del Natale».
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro