Quotidiani locali

Il dottore ora fa sognare gli appassionati

L’ex presidente del gruppo Snai Giorgio Sandi ha tirato su una scuderia da corsa e un allevamento di star

MONTECATINI. Giorgio Sandi è un manager con una grande passione per l’ippica. Dopo la conclusione del suo incarico al vertice del gruppo Snai, questo milanese di cultura aziendale rilanciò il suo progetto nel mondo delle corse dei cavalli con investimenti importanti. Passando da qualche apparizione nelle corse gentlemen a un impegno a 360 gradi, con un centro di allenamento, una scuderia da corsa e l’allevamento. Pensare in grande puntando al massimo, secondo quella massima di Federico Tesio, il geniale piemontese che fu il creatore di Ribot. Un progetto che nel giro di qualche annata ha dato subito risultati di rilievo.

E la punta dei risultati è arrivata proprio nel mese di dicembre che ci siamo messi alle spalle: i prestigiosi piazzamenti di Zoe Grif Italia, terza nell’Allevatori Filly, la corsa top delle puledre, e il quinto di Zephrus Bar nell’open, l’Allevatori che consegna la corona dei due anni. Proprio domenica scorsa 31 dicembre si è rivelato un altro giovane trottatore che veste il tricolore di Giorgio Sandi, quello Zalshan As che all’Arcoveggio di Bologna ha segnato in 1.14. 9 il record della leva in pista piccola.

Sandi ha investito bene i suoi soldi, scegliendo cavalli di genealogia che stanno dando risultati prestigiosi alla scuderia. Questi puledri da sogno che stanno facendo lievitare le azioni della Montecatini del trotto sono bellissimi cavalli nelle cui vene scorre sangue blu: Zoe Grif Italia è figlia dello stallone top francese Ready Cash, mentre Zephyrus Bar è figlio di un sire come Love You e della campionessa Lana Del Rio, una delle poche femmine a vantarsi della vittoria nel Derby. Quanto a Zalshan As il pedigree è quello di una linea maschile classica americana, padre Broadway Hall.

Zalshan, guidato da Massimo Barbini, preparatore e driver della Mistero, nell’ultimo giorno del 2017 ha inscenato uno show all’Arcoveggio. Attacco al leader a 450 dal traguardo e un oceano di metri tra sé e gli avversari sulla piegata finale, per poi concludere in piena spinta sul traguardo. Il dottore ha creduto nei suoi sogni, ha ristrutturato un centro di allenamento, ha investito risorse in acquisti di pregio.

Partendo dalla sua cultura e passione ippica ha scalato i vertici. E adesso la Montecatini del trotto che ama i giovani cavalli (ricordate il mito di Steno che a due anni debuttò al Sesana per poi andare a sfiorare il colpo mondiale a New York?) sogna con lui


 

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro