Quotidiani locali

incidente

Auto nella scarpata «Manca il guard rail, salvati da due alberi»

La denuncia di un residente a Marliana: «In quel punto da circa un anno ci sono soltanto delle transenne»

MARLIANA. «Siamo vivi per miracolo». Lo ripete con la voce tremante Michelangelo Pozzi, mentre il pensiero corre a venerdì scorso. A quegli attimi che avrebbero potuto sconvolgere, per sempre, la sua esistenza.

Erano circa le 17 di martedì 5 dicembre e Pozzi, insieme ai suoi due figli (di cui una minorenne), stava percorrendo la strada provinciale 633 Mammianese Marlianese, a bordo della sua auto, una Seat Ibiza. Una strada che lui e la sua famiglia, residenti da circa nove anni nel comune di Marliana, conoscono a menadito, e che usano spesso per i loro spostamenti quotidiani. Ma una volta arrivati all’altezza del chilometro 36, la macchina ha sbandato, finendo nella scarpata. «La strada, nonostante l’ora non tarda, era già ghiacciata – spiega Pozzi – e non era stato sparso il sale. Procedevamo a una velocità adeguata, circa 40 chilometri all’ora. Le gomme però hanno perso la loro aderenza sull’asfalto e siamo usciti fuori strada».

Ma, a bloccare la corsa dell’auto, non c’era il guard rail, bensì quattro transenne. Che, però, hanno ceduto, facendo cadere la vettura nella scarpata a lato strada. «È inconcepibile – prosegue Michelangelo Pozzi – che la Provincia non abbia ancora provveduto a riparare, in quel tratto, il guard rail. Da circa un anno, infatti, quelle transenne si trovano lì. E mi hanno raccontato che, in passato, si era verificato un altro incidente simile al nostro. E se non fosse stato per due alberi che hanno bloccato la corsa della macchina, probabilmente, adesso, non sarei qui a raccontare ciò che ci è accaduto».

L’auto, infatti, è rimasta incastrata tra la vegetazione, in posizione verticale, con la parte anteriore rivolta verso il suolo e il tettuccio “appoggiato” ai tronchi di due alberi. Che hanno impedito che continuasse a cadere nella scarpata. «Avere le cinture di sicurezza allacciate – prosegue – ci ha salvato la vita. Ma non vogliamo che ad altri possa succedere qualcosa di simile. Per questo facciamo un appello al presidente della Provincia, Rinaldo

Vanni. Perché quelle transenne, che sono già state ripristinate con tanto di lampadine da cantiere, siano sostituite da qualcosa di più solido: un guard rail o un muretto. Non si può transigere, infatti, quando c’è in gioco la vita delle persone» .


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista