Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
Piante e Fiori d’Italia Marchio di qualità per il florovivaismo

Piante e Fiori d’Italia Marchio di qualità per il florovivaismo

Presentato al Mefit di Pescia la certificazione di garanzia che consente la tracciabilità delle produzioni

PESCIA. È stato presentato ufficialmente ieri all’interno del Mefit di Pescia il marchio “Piante e Fiori d’Italia”, una certificazione per i fiori e le piante prodotti interamente in Italia.

Un marchio che, nell’epoca in cui i consumatori sono sempre più attenti alla tracciabilità dei prodotti, dovrebbe rappresentare una garanzia di qualità che nel settore del florovivaismo significa utilizzo di concimi e di fitosanitari consentiti all’interno dell’Unione Europea e condizioni di lavoro rispettose delle normative vigenti. Non soltanto. Difatti le recenti e diffuse epidemie che hanno investito diverse tipologie di piante, dagli olivi ai castagni, causate da fitopatogeni, spesso provenienti da altri Paesi, testimoniano la necessità di maggior sicurezza, controlli e tracciabilità delle produzioni florovivaistiche.

«Questo marchio – spiega Cristiano Genovali presidente dell’associazione nazionale Piante e Fiori d’Italia, proprietaria del marchio – esiste dal 1989 ma adesso, grazie alla redazione di un disciplinare, i produttori di piante e fiori coltivati in Italia potranno ottenere tale certificazione. Il disciplinare stabilisce quali sono i criteri per ottenere il marchio ed è frutto di un accordo fra le più importanti associazioni di categoria operanti nel settore: Cia, Coldiretti e Confagricoltura. Piante e Fiori d’Italia è un marchio che certifica l’origine dei prodotti e possono ottenerlo soltanto aziende con sede e produzione in Italia. Alle aziende però è stata data la possibilità di certificare anche soltanto una o più produzioni».

«Il Made in Italy – aggiunge Antonio Grassotti, amministratore del Mefit – merita di affermarsi anche in questo settore. Siamo lieti di poter ospitare oggi la presentazione di questa importante novità, un momento che si inserisce all’interno di una due giorni dedicata proprio alla promozione dei prodotti florovivaistici locali».

Nello scorso fine settimana il Mefit di Pescia ha visto infatti lo svolgersi di “FioreColore”, iniziativa dedicata ai fiori, in particolare alla calla. Domenica il mercato dei fiori ha ospitato un mercatino di piante e fiori locali e delle dimostrazioni di composizione floreale della pluripremiata floral designer olandese Dini Holtrope. Ieri invece è stata la volta della masterclass di composizione floreale riservata agli operatori del settore, a cui si è aggiunta la presentazione
del disciplinare del marchio che garantisce il Made in Italy anche nel settore del florovivaismo. Un marchio che dovrebbe servire a dare quel valore aggiunto a tutti i prodotti florovivaistici del distretto, che ptrebbe fare anche la differenza - nel tempo - sui mercati internazionali.

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista