Quotidiani locali

Mercato del mattone: Montecatini cede lo scettro

Secondo le agenzie i prezzi più alti sono a Uzzano, Pescia e Pieve a Nievole. A Monsummano invece (Vergine e centro) il maggior numero di compravendite 

MONTECATINI. Un mercato immobiliare con prezzi delle case ai minimi storici e che nel 2018 continueranno (seppure in misura molto contenuta) a calare. È questa l’analisi che emerge da alcune agenzie del territorio che segnalano inoltre quali realtà maggiormente ricercate le zone centrali di Monsummano, Pieve a Nievole, Borgo a Buggiano (e colline), Uzzano, Traversagna e Margine Coperta. Con Montecatini che sembra invece essere uscita dai radar di chi cerca casa.

«Le compravendite sono in aumento – dice Carmelo Cavaleri, dell’omonima agenzia di piazza Giusti a Monsummano – e questo anche grazie a mutui con tassi ormai ridicoli. Casomai il problema, non nuovo, è che i prestiti le banche li concedono solo a chi i soldi li ha già e questo frena il mercato. Mutui che poi si fermano all’80 per cento dell’importo e non arrivano mai a coprire l’intera cifra. Il risultato? Fino a 10 e oltre anni fa erano i ventenni a cercare casa, ora il più giovane ha 40 anni e deve comunque avere un lavoro continuativo, altrimenti è inutile anche affacciarsi in banca».

«I volumi d’affari sono in aumento – conferma Massimiliano Potenza, titolare dell’agenzia P&P di piazza Mazzini a Pescia – e questo a causa di tre fattori principali: prezzi delle case bassi, mutui a tassi convenienti e aste immobiliari con prezzi costantemente al ribasso rispetto ai valori reali».

Secondo il centro studi Tecnocasa i prezzi più alti in Valdinievole – le cifre sono espresse in euro al metro quadro – si trovano non più a Montecatini (e nemmeno se si prende in considerazione la tanto ricercata zona nord), ma a Pescia, Uzzano e Pieve a Nievole. Se infatti prendiamo come parametro il gruppo denominato “Medio nuovo” (le categorie agli opposti sono il signorile e l’economico), vediamo che in cima alla classifica troviamo Uzzano a 1.900 euro, seguita da Pescia (centro, Alberghi e Collodi) a 1.800, Pieve a 1.700 e Montecatini nord a 1.600. Ben più lontane troviamo le zone “Centro” e “Sud” della città termale (rispettivamente a 1.400 e 1.300), fino ad arrivare alla coda della classifica con Le Case (1 150) e Bizzarrino (1.100), entrambe frazioni di Monsummano.

Eppure quest’ultimo comune non è certo messo in secondo piano da chi opera sul “campo”. «La città – dice Cavaleri – ha raggiunto alti livelli di qualità della vita, tanto da attrarre molte famiglie anche da fuori provincia. Le infrastrutture (piscina, scuole, asili, uffici postali, supermercati) sono infatti al top e circa il 70% delle compravendite le realizziamo proprio a Monsummano. Molto cercata soprattutto la zona che va da Vergine dei Pini al centro, mentre restano più indietro Cintolese e Bizzarrino. Molto bene va anche Pieve a Nievole, mentre Lamporecchio e Larciano si confermano aree un po’ chiuse: si compra e si vende tra chi già vi risiede». Poi c’è Montecatini, la cui caduta (immobiliare) libera mette d’accordo tutti.

I numeri in netto calo di Tecnocasa sono confermati sia da Cavaleri («È aumentata la forbice tra le aree nord e sud, pochi giorni fa ho venduto un appartamento in via Friuli a 32.000 euro, ma ormai anche la zona Musicisti non è più richiesta come prima»), che da Potenza («Circolano troppi pregiudizi e anche la zona nord non tira più come anni fa»).

E la Valdinievole Ovest? «A Pescia – dice Potenza – vanno bene la zona di Alberghi, quella attorno all’Esselunga e al vecchio mercato dei fiori, Colleviti, Marzalla e Monte a Pescia. Bene anche Buggiano (Borgo, Pittini, Santa Maria e colline), Uzzano, Massa Cozzile (Traversagna e Margine Coperta). Male invece la Valleriana, con prezzi ormai bassissimi, Ponte e Marliana. Stabile Chiesina».

Tutti concordi sulla tipologia più cercata: trilocale (o anche quadri) con ingresso
indipendente e giardino, meglio se ben rifinito, con riscaldamento a terra, caldaia a condensazione o pannelli solari. Molto bene terratetto e villette a schiera. Difficoltà invece a vendere sia le classiche case anni ’60-’70 da 130-140 mq, sia i bilocali. Che non vuole più nessuno.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista