Quotidiani locali

Playground rinnovato al Palavinci di Montecatini

Durante la cerimonia scoperta anche una targa in memoria di Roberto Fera

MONTECATINI. Fino a pochi mesi fa era un campetto da basket con due canestri arrugginiti, dove trovare un fazzoletto di terreno senza crepe (spesso area fertile per ogni tipo di vegetazione spontanea) era un’impresa. Ora sembra di essere davanti a un vero playground che, negli Usa, si trovano un po’ovunque nei parchi pubblici.

È stato inaugurato mercoledì 11 ottobre il campo sportivo esterno del Palavinci che, con una spesa complessiva di 75mila euro (30mila finanziati dalla Fondazione Caript, il resto dal Comune) presenta ora una nuova pavimentazione antisdrucciolo, area gioco illuminata, recinzione esterna ampliata e consolidata e attrezzature per praticare basket (in primo luogo) e volley.

leggi anche:



Lavori che, se sommati a quelli recentemente realizzati all’interno del Palavinci (spogliatoi, nuove sedute, luci a led, per un totale di altri 75mila euro) e alla completa sostituzione degli infissi (100mila euro, anche questi finanziati dalla fondazione bancaria), portano il totale della spesa per questo impianto sportivo a 250.000 euro. Per evitare eventuali danneggiamenti, il playground sarà affidato in custodia probabilmente alle stesse società che hanno oggi in concessione il palazzetto.

Lo scoprimento della targa in memoria...
Lo scoprimento della targa in memoria di Roberto Fera (Foto Nucci)

Contemporaneamente è stata scoperta, su un muro perimetrale, una targa dedicata a Roberto Fera, grande appassionato di basket scomparso a 30 anni nell’agosto scorso. «Questo sport – ha detto il sindaco Giuseppe Bellandi – è importante per tutte le generazioni di montecatinesi: in tanti siamo nati in campetti come questo». «Grazie per quello che avete fatto, speriamo che lui sia con noi», ha detto il padre di Roberto, Vincenzo. (mec)
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista