Quotidiani locali

la petizione

Firme per avere più sicurezza: «Alzare il livello di guardia»

Montecatini, azioni immediate ma anche a medio termine: sono quelle che sollecita Forza Italia

MONTECATINI. Azioni immediate, ma anche a medio termine. Sono quelle che Forza Italia sollecita sul fronte della «partecipazione popolare sulla sicurezza» in una petizione che sarà spedita, una volta ottenute le adesioni da parte dei cittadini, a prefetto, sindaco e forze dell’ordine. Tre pagine fitte di riferimenti alla situazione attuale e di richieste alle istituzioni che i firmatari dovranno leggersi prima di siglare il documento.

Forza Italia fa ampio uso di parole quali «criminalità», «flussi migratori», «immigrazione», «prostituzione fuori controllo», che agevolerebbero «la commissione di reati». Persone, in definitiva, con «stili di vita diversi e in cerca di opportunità economiche che in assenza di opportuni controlli sono dedite ad attività malavitose». Partendo da queste premesse, Forza Italia propone, per contrastare tali fenomeni, due strade da intraprendere parallelamente.

Tra le «azioni immediate» si chiedono misure straordinarie «considerato che nel comune di Montecatini è dislocato un numero sottodimensionato di personale di polizia». Si chiede inoltre di sbloccare risorse finanziarie dedicate all’emergenza sicurezza e di creare un pool amministrativo di verifica della residenza con controlli incrociati del titolo di soggiorno e dei contratti di locazione. Si fa quindi riferimento al decreto Minniti (Daspo urbano) e alla «identificazione e verifica di tutti gli immigrati residenti e non, se compatibile con le risorse strettamente necessarie per vivere».

Ancora: si chiedono nuovi impianti di videosorveglianza, l’organizzazione di incontri periodici con i cittadini, una commissione consiliare sulla sicurezza aperta alla popolazione, la diffusione del telesoccorso per gli anziani e la stipula di convenzioni con istituti privati di vigilanza.

Tutto questo, come detto, riguarda l’immediato. Ma Forza Italia va oltre e si spinge a chiedere azioni strutturali di medio termine. Tra queste: incontri formativi nelle scuole; insegnamento di educazione civica a giovani e immigrati; maggiori risorse per le associazioni di volontariato; maggior presenza del Comune negli spazi pubblici; organizzazione di iniziative turistico-culturali di ampio respiro; coordinamento continuo tra forze dell’ordine municipali e nazionali; opere di arredo urbano; maggior attenzione nell’apertura dei locali commerciali etnici.

«Sicuramente

– conclude la petizione – bisogna alzare al massimo i livelli di guardia, a ogni livello della società civile». Tenuto conto che «ogni metro che guadagna il degrado lo perdono i cittadini, sia in termini di sicurezza che di degrado economico e sociale». (mec)
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista