Quotidiani locali

Tutti in via Cavallotti alla Cena sotto le stelle

La tradizionale festa degli albergatori quest’anno si allarga anche ai residenti di Montecatini. Luminarie che resteranno accese tutte le sere e probabile replica a settembre

MONTECATINI. Tavoli, sedie, piatti e bicchieri. E poi commensali festanti, turisti, albergatori e (per la prima volta) anche semplici cittadini. Tutti insieme (gli organizzatori se ne aspettano un migliaio) ad attendere Ferragosto. Come ogni anno, ininterrottamente dal 1983, si ripropone la meraviglia della cena sotto le stelle in via Cavallotti.

E pensare che nacque tutto quasi per caso, tra Vienna e… la Rai. Quel pomeriggio di 35 anni fa tre albergatori che hanno fatto la storia dell’accoglienza montecatinese – Renzo Taddei, Ilio Boldrini e Aldo Filesi – erano insieme seduti ai tavolini all’aperto del bar Sacher della capitale austriaca. E lì, in una chiacchierata tra amici in vacanza, compresero il piacere che la clientela trae nel consumare in spazi esterni. Ma per portare a compimento l’idea di organizzare qualcosa en plein air anche nella loro città serviva un ulteriore ingrediente, che trovarono in un dirigente della Rai, in quei giorni ospite di un albergo di Montecatini. «Per Ferragosto faremo un ampio servizio sugli eventi nelle città turistiche italiane che andrà in onda sul tg nazionale: perché non fate qualcosa anche qui?», disse loro il dirigente. Così i tre amici organizzarono una prima serata, il 14 agosto, con l’intento di mostrare all’Italia una Montecatini allegra e piena di turisti, da contrapporre alle città svuotate per le ferie estive.

E anche questo anno per la vigilia di Ferragosto la città rivivrà la magia di questa cena corale in strada organizzata dalla Federalberghi Apam con il patrocinio del Comune. Per questa edizione sono previste novità nell’intrattenimento e nell’allestimento, grazie alla collaborazione dello studio di comunicazione Webtitude. A cominciare dalla possibilità di cenare aperta a tutti (e non limitata ai soli clienti degli hotel e per questo sono state rilasciate alcune licenze temporanee di ristorazione) e al coinvolgimento di tutti e 23 gli alberghi che posizioneranno tavolini lungo i 500 metri di strada, tra corso Matteotti e il mercatino del Grocco (menù alla carta o a prezzo fisso a 35 euro). Una pioggia di stelle illuminerà l’intera via (con luminarie che resteranno accese fino a fine settembre), dove si alterneranno 8 postazioni di musica, ballerini di tango di Buenos Aires, ballerine brasiliane e la street band “Sbanda 78”. Chi è interessato all’arte potrà inoltre vedere davanti allo Smart Hotel Bartolini la mostra personale di Paolo Solei.

E una selezione di dessert sarà proposta da truck di street food selezionati (e tra questi la granita e i gelati del “carrettino” del Desideri).

«La nostra tradizionale cena – dice il direttore dell’Apam Massimo Giusfredi – assume quest’anno un’importanza diversa. Negli ultimi tempi sembrava un evento che stava calando di attenzione, ma dopo che l’amministrazione comunale ha trasformato via Cavallotti in un salotto era giusto presidiarlo e animarlo».

«È un bel segnale – aggiunge il presidente dell’associazione, Dante Simoncini – che parla di volontà di recuperare le nostre caratteristiche di ospitalità. Sarà una serata particolare nel cuore dell’accoglienza montecatinese. Con l’auspicio che la città possa agganciarsi
a un trend positivo toscano che per ora, complice anche la situazione delle Terme, ci è sfuggito».

«È il nostro Natale estivo – dice l’assessore alle attività produttive Helga Bracali – e l’evento è stato così condiviso che potrebbe essere replicato anche a settembre».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista