Quotidiani locali

Verifiche strutturali alla scuola: «Ma non c’è alcun pericolo»

La decisione del Comune di Buggiano dopo le segnalazioni di alcuni insegnanti di movimenti al secondo piano del palazzo Carozzi-Sannini. Dai primi sopralluoghi nessun segnale di allarme

BUGGIANO.  Nessun allarme ma la precauzione non è mai eccessiva. Soprattutto quando si parla di scuola, di 134 bambini da 3 a 6 anni. Già da una prima verifica dei tecnici comunali non sono state riscontrate avvisaglie di cedimenti, crepe, calcinacci sparsi a Palazzo Carozzi - Sannini. Che dunque può considerarsi sicuro. Ma il Comune vuole comunque vederci chiaro e in maniera approfondita sulla stabilità dell'edificio settecentesco di corso Indipendenza, a Borgo, che al piano terra ospita la biblioteca in vista di trasferimento (ma tra un annetto) nei nuovi locali di piazza del Grano, e ai due superiori – da oltre cinquant'anni – pure sei sezioni di una materna. In questi casi lo zelo appare necessario.

E così il Comune di Buggiano ha dato incarico allo studio Tecnoindagini di Cusano Milanino (parcella da 8.000 euro) di svolgere una “verifica strutturale di dettaglio”, che inizierà ad agosto e durerà dodici mesi. Nessuna chiusura dello stabile e nessun trasloco forzato degli alunni, è bene chiarirlo. «Il 22 giugno scorso alcune insegnanti pare abbiano avvertito un movimento del fabbricato mentre si trovavano al secondo piano – spiega il sindaco Andrea Taddei – da lì si è diffusa una certa apprensione tra il corpo docente e i genitori. In via indiretta, senza alcuna segnalazione ufficiale, il Comune e il consiglio d'istituto ne sono venuti a conoscenza, anche se dovrebbero essere i primi a sapere cose del genere. Ci siamo subito attivati, escludendo per quel giorno il verificarsi di qualsiasi scossa di terremoto. Un nostro sopralluogo non ha poi dato conferma del presunto oscillamento del Palazzo: i tre sensori a vetro posizionati in soffitta erano infatti integri».

Il lavoro di Tecnoindagini servirà a fugare ogni dubbio, oppure a rilevare ciò che non torna e a porvi rimedio. Tre le fasi del monitoraggio: rilievi e distacchi di intonaco e di “sfondellamento” nei solai; prove di carico con metodo stress lab; monitoraggio da remoto dei dissesti e dei relativi quadri fessurativi per un periodo di dodici mesi. «Noi agiamo sempre nell'interesse dei bambini – dice Graziella Di Grazia, vicepresidente del consiglio d'istituto del comprensivo “Salutati - Cavalcanti” – il Carozzi - Sannini non è certo un luogo fatiscente e pericoloso, ma anzi è curato al massimo ed è tenuto bene». Ma è pur sempre una struttura signorile tirata su nel '700. E in questo contesto il municipio – finanze e burocrazia permettendo – ha in cantiere una scuola materna ex novo, che potrebbe essere realizzata al posto del campino da calcio di

fronte alla Pubblica Assistenza (nella zona scolastica di piazza Moro), oppure agli ex Macelli di via Battisti.

«L'ufficio lavori pubblici sta lavorando alla progettazione: il Governo ha detto più volte che dove c'è la cantierabilità si trovano anche i fondi», afferma il sindaco.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista