Quotidiani locali

A Montecatini la 15esima edizione del Festival di Primavera

Sessantaquattro cori scolastici, 1.400 studenti e 160 tra direttori d'orchestra e musicisti

MONTECATINI. Uno dei più grandi eventi corali sul territorio nazionale, con migliaia di giovanissimi da tutta Italia: il Festival di Primavera, organizzato da Feniarco (la federazione nazionale dei cori) con la collaborazione dell’Associazione cori della Toscana è ormai un punto di riferimento nel mondo corale italiano. Nato 15 anni fa dalla necessità di diffondere le buone pratiche corali fin dai banchi di scuola il festival è cresciuto di edizione in edizione raggiungendo cifre da record nel numero di partecipanti e aprendosi anche a una dimensione internazionale (quest’anno ci saranno studenti anche da Austria, Slovenia e Francia e docenti da Argentina, Spagna e Finlandia). Questo evento, unico nel suo genere, mette a contatto insegnanti e allievi delle scuole primarie e secondarie di ogni grado con grandi esperti internazionali di didattica e arte corale.

L'esibizione di un coro al Festival...
L'esibizione di un coro al Festival di Primavera

La quindicesima edizione del festival porterà a Montecatini quasi 2200 partecipanti, ovvero 64 cori scolastici provenienti da 15 regioni che parteciperanno nell’arco di due fine settimana (19-22 per le elementari e medie e 26-29 aprile per le superiori) a 16 atelier di studio, con 160 direttori e musicisti che hanno messo a disposizione la loro professionalità nella realizzazione di concerti nei quali verranno complessivamente eseguiti 200 brani corali. Si parlerà di musica del Mediterraneo, di esibizioni coreografiche, di grande tradizione romantica e contemporanea, di musica antica e nuove composizioni, di grandi melodie d’autore e tradizioni popolari, ma anche di pop, rock, musica e testi poetici negli atelier dei più piccoli, con una giornata speciale anche per far cantare i genitori. Le scuole superiori avranno invece la possibilità di avvicinarsi al tango, alla body percussion, al musical, al gospel, ma anche ai canti delle regioni italiane. I concerti, tutti a ingresso gratuito, si terranno al teatro Verdi, alle Terme Excelsior, al Palazzo dei congressi (il 20 è inoltre in programma una parata per il centro cittadino con concentrazione finale in piazza del Popolo con 1.400 ragazzi). Ma la sorpresa che renderà ancora più eccezionale questa edizione sarà il collegamento con il progetto nazionale “Officina corale del futuro”, una grande e pionieristica iniziativa Feniarco che ha dato vita negli ultimi mesi a 12 cori giovanili regionali.

Il debutto ufficiale di questi gruppi, per un totale di oltre 400 cantori, è previsto il 24 e 25 aprile alle Terme Excelsior. Parteciperà al ricchissimo programma del festival – che per gli organizzatori “entrerà nella storia per le dimensioni raggiunte - anche il Coro giovanile italiano, con il nuovo organico e i direttori Carlo Pavese e Luigi Marzola. L’evento gode del patrocinio di Miur e Regione Toscana.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare