Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro

Stage all’Autogrill di Serravalle per tre studenti dell’Alberghiero

Raggiunto l’accordo fra l’azienda e l’istituto superiore di Montecatini Presto ci sarà una collaborazione anche con McDonald’s

MONTECATINI. «Un caffè, grazie» dice il cliente dell'Autogrill. «Ecco a lei» risponde da dietro il bancone lo studente delle superiori: diciassette anni e una divisa addosso che indica il progetto di alternanza scuola-lavoro introdotto con la legge 107 del governo Renzi, quella della Buona Scuola. L'Istituto Alberghiero di Montecatini ha siglato l'accordo con Autogrill per la "formazione" degli studenti nel punto vendita all'altezza di Serravalle Pistoiese, sulla Firenze-Mare. Nel 2018 potrebbe arrivare anche quello con McDonald's (sancito dal Ministero dell'Istruzione), che in provincia quest'anno è sfumato - così informano dalla scuola di Montecatini - per una divergenza sugli orari tra azienda e Istituto. Nei giorni scorsi, tre studenti dell'Alberghiero hanno affrontato la loro prima settimana di preparazione al lavoro in Autogrill.

Nei mesi di giugno e luglio, i clienti li vedranno servire caffè e panini ma anche gestire la zona commerciale del punto vendita. E mentre a livello nazionale si fa sempre più accesa la discussione sull'alternanza scuola-lavoro e su quanto questa, a volte, si riveli "manovalanza" gratuita che nulla ha a che vedere con la formazione, dall'Istituto "Martini" parlano di «un'ulteriore possibilità per gli studenti, che si aggiunge alle circa cinquecento aziende in provincia, in Toscana e in Italia, con cui la scuola già collabora per gli stage», come spiega il professor Stefano Cappelli, responsabile dei percorsi formativi insieme al collega Giovanni Camillo. Per svolgere le 400 ore di lavoro previste nell'ultimo triennio, l'offerta va dall'albergo a cinque stelle all'Autogrill appunto.

«Non tutti - dice il preside Riccardo Monti - diventano "calciatori" di serie A. Anche se il nostro obiettivo è di avviare i ragazzi verso una ristorazione e dei servizi di livello, la realtà è che non tutti lavoreranno in ristoranti stellati. Questo tipo di esperienza formativa, che sia in Autogrill, in pizzeria o nell'albergo di lusso, è fondamentale per gli studenti. Dovrebbero farla anche al liceo». E se il rovescio della medaglia sta nelle aziende che forti di poter contare sugli stagisti evitano di fare contratti e di pagare stipendi, dall'Alberghiero evidenziano invece come questi stage spesso siano fondamentali per trovare un lavoro. «La scorsa estate molti degli studenti hanno continuato a lavorare nelle aziende in cui avevano fatto lo stage con regolare contratto. Altri hanno avuto un contratto a chiamata ed altri ancora hanno lavorato a voucher. E' nell'ottica di una possibilità di lavoro e di un'offerta diversificata che abbiamo dato avvio al progetto con Autogrill» spiega Cappelli. I due studenti e la studentessa che presto saranno dietro al bancone del punto vendita di Serravalle - quattro ore di lavoro al giorno per cinque settimane e 120 ore complessive - hanno scelto l'Autogrill «sia come esperienza che come possibilità futura di lavoro».

«I nostri

ragazzi - va avanti il responsabile dei progetti formativi - svolgono le mansioni per cui sono competenti. Noi per primi vigiliamo sul fatto che non siano messi a pulire bagni o a rifare le camere negli alberghi, visto che in questo caso non si tratterebbe di formazione ma di sfruttamento».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro