Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro

Monsummano, dalla “Fratelli Polli” una spallata alla disoccupazione

Sarà pronto ad aprire già fra un mese il nuovo magazzino logistico che darà lavoro a 50 persone

MONSUMMANO. Doveva essere, quello di ieri,lunedì 20 febbraio, semplicemente il giorno della posa simbolica della prima pietra del nuovo magazzino logistico della Fratelli Polli Spa, l'azienda alimentare fondata nel 1850, con sede in via Battisti a Monsummano, sinonimo, in 45 Paesi del mondo, di sottoli e sottaceti. Ma i lavori, iniziati nel marzo 2015, sono andati avanti così rapidamente che tra poco più di un mese l'opera sarà terminata.

Il nuovo magazzino, che sorge a pochi passi dalla variante del Fossetto, realizzato in collaborazione con Cecchi Logistica, servirà come luogo di stoccaggio delle merci dell'impresa alimentare e darà lavoro a 50 persone (ma si arriverà a più di 100 calcolando l'indotto). Un investimento complessivo importante, pari a oltre 10 milioni di euro, che ha previsto anche la realizzazione, nella zona Cintolese sud, di alcune opere pubbliche: come una strada lunga 325 metri, prolungamento di via Borsellino, ed anche un parcheggio di 2.500 metri quadrati, per un costo totale di 600.000 euro.

«In questa giornata - ha esordito il sindaco Rinaldo Vanni - il cuore mi si rallegra. Voglio dunque ringraziare la famiglia Polli, che ha scelto di continuare ad investire nel nostro territorio ed anche la squadra che ha lavorato a questo progetto, importante per la nostra comunità e non solo. Un messaggio positivo per l'intera provincia di Pistoia, a cui si aggiungerà presto, e sempre in questa zona, la realizzazione di tre nuovi lotti: un magazzino per materiali edili, uno per il rimessaggio di macchinari ed attrezzi agricoli ed un altro, infine, di attrezzi per opere di trivellaggio. Tutti aspetti, questi, segno di un territorio molto attivo».

Presenti alla cerimonia, il comandante dei carabinieri di Monsummano, il maresciallo Antonino Orlando, il consigliere regionale Marco Niccolai e l'assessore regionale allo sviluppo economico, Stefano Ciuoffo.

«Quello di oggi - ha detto l'assessore - rappresenta un forte segnale di ripartenza, in cui degli imprenditori, impiegando le proprie risorse, si sono uniti, insieme al Comune, per dare un futuro a Monsummano. Per questo dobbiamo tutelare il mondo dell'impresa che guarda, ormai, ad un'industria più dinamica, che affianca produzione e logistica».

leggi anche:

È stata poi la volta del vescovo di Pescia, monsignor Roberto Filippini. «C'è qualcosa di nuovo oggi nel sole - ha esordito - un importante messaggio di speranza, che apre, a giovani e meno giovani, nuove prospettive di vita. Proprio in questi giorni leggevo i dati, purtroppo allarmanti, della disoccupazione in Valdinievole, che è raddoppiata rispetto al 2015. Che possano aprirsi, quindi, nuovi spiragli e possibilità di lavoro per tutti».

Al termine della benedizione da parte di don Francesco Gaddini, parroco di Cintolese, è stata posata, all'interno del cantiere - con tanto di elmetto giallo in testa - la pietra simbolica.

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro