Quotidiani locali

Il trasferimento della scuola di musica non piace ai genitori

Il sindaco di Pescia, Giurlani: «A fine anno scolastico potranno scegliere fra palazzo Magnani o i locali a disposizione finora dell’Asl»

PESCIA. I genitori dei 200 iscritti alla scuola di musica "Giovanni Pacini" di Pescia si oppongono al trasferimento della scuola dall'attuale sede di Piazza San Francesco e avviano una raccolta firme per chiedere al sindaco Oreste Giurlani di rivedere la decisione. Ma la decisione non può essere rivista dal momento che quei locali saranno destinati, già dalla prossima estate, ad ospitare alcuni uffici comunali - sociale, urbanistica e lavori pubblici - nell'ambito del piano di riorganizzazione complessiva dell'ente. Lo ha confermato, ieri, il primo cittadino sottolineando come, fin dall'inizio la scuola di musica sia stata ospitata in quella sede «in via del tutto provvisoria», così come provvisoriamente era stata precedentemente ospitata al teatro Pacini. Alcuni genitori negano che sia così e riferiscono che in una particolare circostanza, quella del saggio di fine anno dell'anno scorso, il sindaco dichiarò dinanzi ad una platea gremita che quella dell'ex tribunale sarebbe stata la sede definitiva della scuola di musica. «Non ho mai detto questo - ha smentito il sindaco - la scuola potrà rimanere in quella sede fino alla conclusione della stagione, quindi a giugno dopo di che, i genitori potranno scegliere tra due opzioni». La prima è palazzo Magnani, in piazza Obizzi, dove attualmente si trovano proprio quegli uffici in attesa di essere trasferiti. «Se la scuola va lì, i ragazzi non staranno in un sottoscala - ha precisato il sindaco - quella sede, infatti, non è idonea ad accogliere degli uffici, ma dispone di spazi fruibili per la scuola di musica e altre attività culturali». La seconda opzione, invece, è rappresentata dal palazzo che finora ha ospitato gli uffici dell'Asl in piazza XX Settembre, che presenta le stesse caratteristiche di idoneità. «La scelta di trasferire gli uffici comunali nella sede dell'ex tribunale è determinata da precisi criteri di razionalizzazione - ha spiegato il sindaco - tra questi quello di avvicinare il sociale alla società della salute ad esempio o di avvicinare ciascun ufficio al suo dirigente, secondo principi di ottimizzazione. Ciò non toglie che la scuola di musica è comunale ed è nostro preciso interesse cercare una sede appropriata». Il primo cittadino ha chiarito che in questi mesi si è lavorato incessantemente per la riorganizzazione, anche logistica, della macchina comunale. E' stato spostato l'archivio del tribunale, che ancora si trovava nella sede di

piazza San Francesco, è stato stabilito di lasciare una sala (quella dove si esibisce la Corale ndr) all'interno di quello stabile a disposizione di iniziative culturali, gli uffici di polizia municipale, infine, saranno spostati all'interno del Mefit, ma con un front office in piazza Mazzini.

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri