Quotidiani locali

evento al moca di montecatini

La fotografa Nidaa Badwan non è più da sola

MONTECATINI. Il 19 novembre del 2013 Nidaa Badwan ha chiuso la porta della camera e non è più uscita per quattordici mesi. Il giorno prima i miliziani di Hamas l'avevano fermata. “Perché metti il...

MONTECATINI. Il 19 novembre del 2013 Nidaa Badwan ha chiuso la porta della camera e non è più uscita per quattordici mesi. Il giorno prima i miliziani di Hamas l'avevano fermata. “Perché metti il rossetto? Perché porti quei pantaloni larghi? Devi indossare il velo non quel cappello colorato. Sei strana, chi sei?”. “Un'artista". “Che vuol dire? Che cos'è un’artista? E soprattutto: che cos'è un'artista donna?” Alla fine di gennaio gli amici l'avevano convinta a uscire. Avrebbe dovuto partecipare all'inaugurazione della sua mostra “Cento giorni di solitudine”, portata a Gerusalemme Est e in Cisgiordania dal Centro culturale francese. Gli israeliani non le hanno concesso il permesso di lasciare la Striscia. Adesso, dopo quasi due anni, Nidaa è riuscita ad arrivare a Montecatini grazie al lavoro diplomatico di padre Ibrahim Faltas, responsabile dello Status Quo nella Basilica della Natività di Betlemme, noto per aver partecipato alle dure vicende del conflitto tra Israeliani e Palestinesi durante l'assedio armato alla Basilica della Natività di Betlemme nel 2002. Erano più di venti anni che una cittadina palestinese non si imbarcava su di un aereo in partenza dall'aeroporto di Tel Aviv, e questo è già un evento. Nidaa Badwan martedì alle17, nella sala consiliare del Comune, incontrerà la stampa nazionale per raccontare la sua storia e presentare la sua prima esposizione fotografica fuori dalla

Palestina. La mostra “Cento giorni di solitudine”, sarà allestita alla Galleria Civica Moca dal 26 settembre al 22 novembre. Un'esclusiva mondiale, che farà conoscere al pubblico la storia e il lavoro della Badwan, già finiti sulla prima pagina del New York Times e sui giornali di mezzo mondo.

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare