Quotidiani locali

La bicicletta in tutte le salse: via alle mostre d’arte e agli appuntamenti in piazza

All’ex Apt la rassegna di documenti e depliant d’epoca, all’Excelsior i velocipedi utilizzati nei mestieri. Bici “griffate” al Mo.Ca e all’uncinetto in piazzetta Don Celli

MONTECATINI. Un mix di arte, cultura, design, storia del ciclismo e divertimento caratterizzerà i numerosi eventi collaterali della settimana iridata. La presentazione ufficiale degli appuntamenti in programma è avvenuta ieri mattina all’interno della sala consiliare del Comune. Tre le esposizioni che verranno inaugurate oggi, dalle 16 alle 18, mentre domani sarà la piazzetta Don Celli ad animarsi con particolari iniziative e sorprese.

Mostra fotografica. Oggi alle 16, al Palazzo del turismo (ex Apt) si alzerà il sipario sulla storia del ciclismo montecatinese attraverso fotografie, rari documenti e depliant d’epoca. La mostra, organizzata dal Gs Le Casette, visitabile fino ad ottobre, è volta da un lato a mettere in risalto il legame della città termale con il mondo delle due ruote, dall’altro a creare un collegamento ideale con il tradizionale Gran Premio Ezio Del Rosso.

Sprint. Mestieri in bici, così è intitolata la rassegna espositiva, visitabile da oggi alle 17, realizzata all’interno delle Terme Excelsior, capace di raccogliere diversi esemplari, unici nel loro genere, restaurati e accessoriati degli strumenti indispensabili per svolgere il lavoro in strada o a domicilio. Un modo per conoscere l’utilizzo della bicicletta nel passato, in un contesto rivolto verso il futuro. Il velocipede infatti per anni ha caratterizzato l’artigianato, il commercio e tanti mestieri, che sono andati via via perdendosi, ma che oggi possono essere riscoperti grazie alla concessione di un collezionista privato fiorentino. «Aver potuto ospitare Mestieri in bici all’interno dell’Excelsior – ha spiegato il responsabile marketing delle Terme Massimo Giovanetti – offre la possibilità di far conoscere ai turisti e agli appassionati i nostri stabilimenti termal».

Arte e design. “I want to ride my bicycle”: sono le parole di una nota canzone dei Queen che costituiscono lo sfondo entro il quale si colloca la mostra allestita all’interno del Mo.ca, che si apre oggi, curata da Paola Bortolotti e Sergio Fintoni di 123 Art. Il velocipede diverrà il vero protagonista, ma stavolta verrà riletto in chiave artistica e di design. Ecco quindi esemplari in oro e pitone, altri in carbonio e acciaio griffati Gucci, altri ancora in argento e altri omaggi alla ruota di Marcel Duchamp. Hanno contribuito artisti di generazioni e tecniche diverse con le loro originali, raffinate e tecnologiche creazioni. «Fino al al 10 novembre sarà possibile osservare questi pezzi rari – ha sottolineato l’assessore alla cultura Bruno Ialuna – facenti parte della terza collezione presente alla Galleria Civica».

«Un mezzo così bello e compagno della vita – ha dichiarato il sindaco Giuseppe Bellandi – unito alla cultura ottiene un risultato unico».

Piazzetta Don Celli. Domani dalle 17,30 fino a serata inoltrata la piazzetta Don Celli sarà la cornice entro la quale verrà presentata ufficialmente la bici adornata con oltre 700 fiori bianchi e blu realizzati all’uncinetto da Lu Sarti. Il supporto della sicurezza sarà concesso dalla Società di soccorso pubblico. Grazie all’impegno inoltre dell’associazione Persone ComuniInsieme e della Fabbrica di Montecatini verrà creato un percorso pedonale con 350 fiori di lana e con il riciclo di bottiglie di plastica. Alle 19 sarà la volta di Aperibici, con buffet e musica

all’interno del parcheggio dell’ex Casa Rastelli. «Cercheremo di coinvolgere anche il commissario tecnico della nazionale Paolo Bettini – ha anticipato il vicesindaco Ennio Rucco – per organizzare una lotteria di beneficenza con in palio la maglia della nazionale».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista