Menu

FilmVideo all’Apt con 45 corti in gara

Tra le iniziative una mostra sugli eventi svolti in città E al Mc Terme si apre la rassegna degli artisti ucraini

MONTECATINI. Cinema, fotografia e arte si fondono in un unico linguaggio intergenerazionale per la sessantatreesima edizione di FilmVideo, la mostra internazionale del cortometraggio in svolgimento da domani fino al 28 ottobre all’ex-Apt. FilmVideo è il secondo più vecchio festival cinematografico in Italia dopo quello di Venezia, e quest’anno si presenta con una veste completamente nuova: il neo-presidente Marcello Zeppi ha infatti coinvolto i giovani di tutto il mondo, con un occhio particolare al cinema russo e ucraino. Innovazione, formazione e internazionalizzazione: sono queste le parole chiave che caratterizzeranno la rassegna. Un programma ricco e articolato di proiezioni, worhskop, mostre, programmi e progetti di formazione che saranno partecipati da università italiane ed estere e scuole internazionali di cinema per rinnovare il rapporto con i giovani. I film in programma sono 45 e i tre premi principali verranno assegnati alle sezioni Documentario, Fiction e Animazione.

Molti anche gli eventi collaterali collegati alla rassegna: la mostra “Freedom in contemporary art” al McTerme (esposizione d’arte contemporanea di artisti italiani e ucraini), una mostra dell’illustratore e scenografo Emanuele Luzzati (che ha disegnato l’airone simbolo del festival), workshop a tema, una mostra fotografica dei grandi eventi svoltisi in città nell’ultimo anno (un reportage curato dal Cineclub Montecatini che va dalle Harley Davidson alla disfida dei castelli, dal carnevale estivo a Timo out), e un laboratorio sul mestiere di comico a cura dell’attore pistoiese Enio Drovandi.

Quest’ultimo evento, previsto il 24 e 25, segnerà peraltro l’apertura dei corsi curati dalla nuova scuola di cinema di Montecatini organizzata da Campus Italia al Palazzo del turismo. «FilmVideo – dice l’assessore alla cultura, Bruno Ialuna – inizia un percorso totalmente nuovo e rivoluzionario, coinvolgendo vari luoghi della città. L’obiettivo è restituire il

festival ai cittadini».

«Con 20mila euro di budget – dice il presidente Zeppi – abbiamo creato un evento importante, che è oggi il più longevo tra quelli dedicati ai corti in Europa. Abbiamo scelto di dare voce al dialogo tra le giovani generazioni».

David Meccoli

TrovaRistorante

a Montecatini Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro