Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Conferenza del prof. Raffi

L’Associazione Apuamater organizza per giovedì 15 marzo, alle 17.30 presso il Liceo Statale “Felice Palma” di Massa un incontro dal titolo “La natura come arte divina in Dante” a cura del Prof. Alessandro Raffi, filosofo e docente massese noto a livello internazionale per le sue numerose collaborazioni con Università e Centri Studi con i quali contribuisce svolgendo attività di ricerca e saggistica

MASSA. L’Associazione Apuamater organizza per giovedì 15 marzo, alle 17.30 presso il Liceo Statale “Felice Palma” di Massa un incontro dal titolo “La natura come arte divina in Dante” a cura del Prof. Alessandro Raffi, filosofo e docente massese noto a livello internazionale per le sue numerose collaborazioni con Università e Centri Studi con i quali contribuisce svolgendo attività di ricerca e saggistica.

Il Prof. Raffi relazionerà in merito ad una interessante aspetto della produzione lette ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MASSA. L’Associazione Apuamater organizza per giovedì 15 marzo, alle 17.30 presso il Liceo Statale “Felice Palma” di Massa un incontro dal titolo “La natura come arte divina in Dante” a cura del Prof. Alessandro Raffi, filosofo e docente massese noto a livello internazionale per le sue numerose collaborazioni con Università e Centri Studi con i quali contribuisce svolgendo attività di ricerca e saggistica.

Il Prof. Raffi relazionerà in merito ad una interessante aspetto della produzione letteraria dantesca. In effetti, ricollegandosi ad una secolare tradizione platonica che vedeva l’ordine della Natura e il mondo fisico come un sistema ordinato di cause e quindi opera d’arte del supremo Opifex, Dante rovescia la gerarchia aristotelica che considera l’arte come prodotto dell’attività umana che si conforma alla natura, introducendo l’idea di un’arte divina identificata con il Verbo, seconda persona della Trinità.

Teologia, metafisica, cosmologia e scienza della natura diventano in questo modo un unico blocco di dottrine alla cui elaborazione Dante ha dedicato l’intero arco della sua produzione letteraria, poetica e filosofica che, partendo dal Convivio, arriva fino agli ultimi canti del Paradiso, come sotttolinea la professoressa Gabriella Olivieri.

©RIPRODUZIONE RISERVATA .