Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scuola-lavoro a Luni

Per il terzo anno consecutivo, gli studenti del corso Costruzioni ambiente e territorio (Cat) dell’Istituto di istruzione superiore “Domenico Zaccagna”, presieduto dalla professoressa Marta Castagna, hanno svolto l’alternanza scuola lavoro sul sito archeologico di Luni, utilizzando le più moderne tecnologie di rilievo, sotto la guida dei docenti Michele Santini e Daniela Lazzini e dei tutor esterni dottoressa Marcella Mancusi e geometra Pasquale Iadisernia

CARRARA. Per il terzo anno consecutivo, gli studenti del corso Costruzioni ambiente e territorio (Cat) dell’Istituto di istruzione superiore “Domenico Zaccagna”, presieduto dalla professoressa Marta Castagna, hanno svolto l’alternanza scuola lavoro sul sito archeologico di Luni, utilizzando le più moderne tecnologie di rilievo, sotto la guida dei docenti Michele Santini e Daniela Lazzini e dei tutor esterni dottoressa Marcella Mancusi e geometra Pasquale Iadisernia. Quest’anno l’alternanza a ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARRARA. Per il terzo anno consecutivo, gli studenti del corso Costruzioni ambiente e territorio (Cat) dell’Istituto di istruzione superiore “Domenico Zaccagna”, presieduto dalla professoressa Marta Castagna, hanno svolto l’alternanza scuola lavoro sul sito archeologico di Luni, utilizzando le più moderne tecnologie di rilievo, sotto la guida dei docenti Michele Santini e Daniela Lazzini e dei tutor esterni dottoressa Marcella Mancusi e geometra Pasquale Iadisernia. Quest’anno l’alternanza a Luni ha coinvolto gli studenti Cosmin Busea, Matteo Conti, Marco Grassi e Simone Lombardini, che hanno potuto constatare direttamente sul campo l’importanza di questa esperienza formativa per la loro futura professione di geometra. «Durante il primo anno di alternanza a Luni spiega il professor Santini- si è proceduto ad un primo inquadramento catastale e satellitare di tre zone: Anfiteatro, Teatro e zona Fori».

Il secondo anno l’attività di rilevazione è stata estesa a sud dei Fori e del canale verso mare. «Inoltre, -prosegue Santini- si sono effettuati i primi due voli con drone sul Teatro e sull’Anfiteatro, con elaborazione fotogrammetrica dei due siti». Quest'anno si è proceduto a controllare nuovamente l’inquadramento generale satellitare di quasi tutto il sito, includendo anche la Basilica e si sono estesi i voli con drone alla zona Fori, alla Basilica ed alla zona nord Fori. «Si sono trasformate le coordinate geografiche Gps nelle coordinate catastali Cassini-Soldner, -conclude il docente- con punto di emanazione Forte Diamante Genova e si sono calcolate le quote ortometriche dei punti d’inquadramento attraverso le griglie locali acquistate dall'Istituto geografico militare. Sono stati prodotti e consegnati gli elaborati (4 tavole più foto)».