Quotidiani locali

La Carrarese c’è già. Gli azzurri in piscina nuotano verso la B

Il pre ritiro voluto da mister Baldini terminerà venerdì 15 giugno. Soltanto lavoro atletico senza toccare mai il pallone

CARRARA . Parte dalla piscina del Residence Italia di Luni Mari la lunga marcia della Carrarese che si presenterà ai ranghi di partenza della prossima stagione come una delle pretendenti alla vittoria del campionato. Da ieri fino a venerdì, lo zoccolo duro della squadra si allenerà agli ordini di Silvio Baldini. Il programma di questo speciale pre-ritiro varierà di giorno in giorno tra piscina, campo e palestra. E' previsto esclusivamente lavoro fisico senza palla. Rispetto alle previsioni, ieri i convocati non erano 16, ma 17, con l'aggiunta di Marchio Marchionni. Il contratto dell'ex Parma e Juventus scadrà sabato 30 giugno, ma la sua presenza lascia pensare che, per il centrocampista ci potrebbe essere spazio nel gruppo di lavoro azzurro anche per la prossima stagione. La seduta di allenamento di ieri è stata supervisionata dallo staff tecnico azzurro, mentre Silvio Baldini quasi subito ha lasciato il Residence Italia, per tornare alla sede di piazza Vittorio Veneto, non prima di concedersi ad alcune domande.



Mister, come mai questa scelta di far svolgere un pre-ritiro alla squadra? «Perché, da quando abbiamo smesso, fino a luglio, ci sarebbe stato più di un mese di stop. Un po' troppo e così abbiamo deciso di far venire i ragazzi, controllare il peso e farli allenare per cinque giorni, per non arrugginirsi. Ogni mattina faranno qualcosa in modo che, da quando riprenderemo (il ritiro vero e proprio inizierà il 2 luglio ndc), non ci sarà questo stacco così grande. Secondo me 45 giorni di pausa sarebbero stati troppi. Concedere una sosta così lunga equivale a buttare via un anno di lavoro. Abbiamo lavorato per tutta la stagione in un certo modo. Ci siamo trovati bene e cerchiamo di non sciupare tutto quello che abbiamo fatto di buono». Tra i convocati anche cinque giocatori a fine prestito (il portiere Daniele Borra, il terzino destro Davide Vitturini, il centrocampista Tommaso Tentoni, il trequartista Kevin Piscopo e l'ala destra Andrea Vassallo). «Sono venuti con noi – spiega il tecnico- perché Berti (il direttore generale della Carrarese ndc) è convinto che riusciremo a tenerli e quindi li abbiamo convocati. C'è la parola che questi ragazzi dovrebbero rimanere, anche se nel calcio può succedere di tutto. In ogni caso questo lavoro male non fa, anche se dovessero andare a giocare da un'altra parte».



A fine seduta blocchiamo Francesco Tavano. Com'è stata – chiediamo al fantasista - questa prima giornata di lavoro? «Abbiamo fatto solo 15 giorni di vacanza. Questi allenamenti ci serviranno per preparaci al ritiro e non staccare completamente per un mese di fila. Lavoriamo e pensiamo alla prossima stagione. Il rinnovo del mio contratto? Avevo già una parola con la società, quindi è stata una cosa molto semplice. Penso di essermelo meritato sul campo. Se sul campo fosse andata in maniera diversa, avrei potuto pensare ad altre cose, ma la stagione è stata positiva. Mi dispiace solo per gli ultimi due mesi: un problema ad un piede mi ha fatto saltare il bello della stagione».

La Carrarese vuole provare a vincere il campionato: questo è l'obbiettivo dichiarato dalla società. «La società ha grandi ambizioni e voglia di fare bene. Vediamo come si muoverà sul mercato, poi, come sempre, sarà il campo a parlare. Noi cerchiamo di fare sempre meglio e proveremo a fare qualcosa di più rispetto a questa stagione che si sta chiudendo».

Luca Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro