Quotidiani locali

Anche Benedetti se ne va Massese senza un progetto

Un film già visto: Turba dimissionario e compratori che svaniscono nel nulla Intanto Spinosa è già del Modena e la punta del Genoa cerca una sistemazione

MASSA. La settimana che doveva essere quella risolutiva per i destini della Massese invece si è rivelata devastante per i sogni bianconeri. L’imprenditore che sembrava in procinto di rilevare il pacchetto azionario di Giorgio Turba, Alberto Ruggeri, si è defilato all’ultimo momento. E adesso resta solo una cordata in ballo, ma il tempo stringe e il cambio di società non sembra più così scontato. Anzi. La squadra verrà iscritta al campionato di serie D in ogni caso, ma senza fare alcuno sforzo per onorare un centenario che era visto come un appuntamento da non mancare.

Lo conferma il mercato. Con il primo pezzo pregiato della rosa della stagione passata che se ne è andato a Modena. I canarini stanno allestendo uno squadrone dopo il fallimento e puntano a tornare in Lega Pro senza se e senza ma. La speranza è che siano in un girone diverso da quello delle zebre, altrimenti ogni discorso di promozione è chiuso prima ancora di partire. A vestire gialloblù sarà il centrocampista, classe 1991, Marco Spinosa. Spinosa ha alle spalle cinque campionati di D e quattro di C con le maglie di Treviso, Rimini e Forlì. Con 33 presenze e 4 gol nell’ultimo campionato è stato eletto secondo miglior giocatore della Massese ed ora è pronto ad approdare in Emilia con l’ambizione di tornare nel professionismo, stesso obiettivo che ovviamente si pone il Modena post fallimento.

L’altro giocatore con le valigie pronte sembra essere l’attaccante Benedetti. Anche per lui le offerte non mancano. È di proprietà del Genoa che lo aveva girato alle zebre per fargli fare le ossa, come si dice in gergo. Ed è stato uno dei più positivi, soprattutto all’inizio della stagione. Poi anche lui ha subito la crisi della squadra, vedendo di meno la porta e facendo fatica. Più del solito. Ma le qualità del ragazzo non sono in discussione. Classe 1998 quest’anno è andato in doppia cifra, nel primo vero campionato con i grandi visto che arrivava fresco fresco dalla Primavera del Grifone.

Le uniche certezze per quello che riguarda la rosa bianconera stanno nei giocatori che sono di proprietà, ovvero, il portiere Barsottini, i difensori

Mosti e Zambarda, il centrocampista Lucaccini e il jolly offensivo Remorini. Chiaramente è assai prematuro azzardare chi, tra questi, indosserà ancora la maglia zebrata, molto dipenderà dai piani della dirigenza, vecchia o nuova che sia. Insomma, tanta confusione. Come ogni anno.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro