Quotidiani locali

«Campo impraticabile, ci ha penalizzato molto»

Magrini se la prende con il sintetico di Albissola reso viscido dalla pioggia «Barsottini non ha fatto una parata, anche se è vero che noi non abbiamo creato»

MASSA . La Massese esce sconfitta dal campo dell'Albissola e prosegue nel suo momento caratterizzato da più bassi che alti. Ai padroni di casa è bastata una rete nei primi minuti di gioco per conquistare l’intera posta in palio su un terreno al limite, ma proprio al limite, della praticabilità. Il tecnico bianconero, Lamberto Magrini pone l'accento proprio sulle condizioni del manto sintetico. «Questa partita non doveva essere giocata - ha detto il trainer -, c'erano diverse zone del campo dove la palla non balzava né scorreva, invece l'arbitro ha reputato giusto giocare e proseguire anche alla fine del primo tempo. Per una squadra tecnica come la nostra è normale andare in difficoltà senza poter fare girare la palla velocemente come sappiamo fare anche nello stretto; in effetti su un campo del genere si poteva solo affidarci ai lanci lunghi. Detto questo, siamo stati ingenui sulla rete subita all'inizio, facendoci trovare impreparati, però è anche vero che Barsottini non ha mai fatto una parata in tutta la partita. Per carità, anche noi non abbiamo creato molto per i motivi che ho già detto, a parte un paio di occasioni con un salvataggio e su un calcio d'angolo, però abbiamo controllato l'Albissola in lungo e in largo provando comunque a giocare a calcio, ma, ripeto, su un campo così era impossibile. A norma di regolamento non si doveva giocare, però è stato deciso così ed è questo il mio più grande rammarico, aver perso di misura senza aver avuto la possibilità di giocare a calcio».

A dirla tutta, poco cambia in termini di obiettivi per la Massese giacché l'ingresso nei playoff è l'uno traguardo rimasto a disposizione, però dopo questa sconfitta le cose si complicano un poco. «Diciamo che ora il calendario ci è favorevole - ha aggiunto Magrini - e incontreremo tutta una serie di squadre di medio bassa classifica. Dovremo sfruttare questa occasione appieno facendo tanti punti. Comunque tengo a dire una cosa: io non voglio parlare della Massese come di una squadra in crisi, i ragazzi ci mettono impegno e voglia e anche ad Albissola erano molto delusi al termine della partita, non sono preoccupato sotto questo punto di vista perché la voglia c'è. Poi chiaramente dobbiamo evitare le disattenzioni come nel gol loro e essere più cattivi negli ultimi metri. Magari sotto il profilo fisico e della corsa paghiamo qualcosa,

ma tecnicamente questa è una squadra valida e in questo caso siamo stati penalizzati fortemente dalle condizioni del campo. Comunque andiamo avanti e pensiamo a centrare una buona serie di risultati ora che sulla carta ne abbiamo la possibilità».

Alessandro Tabarrani

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro