Quotidiani locali

Massese cantiere aperto Serve un attaccante vero

Il secondo ko consecutivo in trasferta apre nuove preoccupazioni sulla rosa Piacciono Gomes del Savona e Brega del Gavorrano. Ora sono 7 i punti dalla vetta 

MASSA . La sconfitta di Sestri Levante, la seconda consecutiva in trasferta senza peraltro riuscire a segnare, apre nuovamente varchi di preoccupazione attorno alla squadra di Cristiano Zanetti. L'asfittico attacco zebrato ha certamente bisogno di un alimento in grado di spaccare la partita, in grado di assicurare quel tot di reti necessarie se la Massese vorrà restare aggrappata alle prime posizione da qua in poi. I punti di distacco dalla vetta sono ora sette, non troppi per abbandonare ogni speranza, abbastanza però per cercare di trovare una soluzione immediata; e la soluzione immediata può arrivare solo dal mercato al di là di eventuali modifiche tattiche a cui Zanetti sta pensando per rendere la squadra più incisiva.

In questo momento la Massese è simile ad un cantiere aperto come hanno certificato gli arrivi di Brondi, Massoni e Lombardi a fronte delle uscite di Sgambato, Papini, Frugoli e Gemignani e ancora altri movimenti sono attesi a stretto giro di posta. Come testé sottolineato, la priorità resta l'ingaggio di un attaccante tanto che sono diversi i nomo accostati alla prima squadra cittadina. Sfumato Pera, i ben informati parlano di un contatto concreto avvenuto nei giorni scorsi con l'ex Carrarese, Adriano Marzeglia che, tuttavia, alla fine dovrebbe accasarsi al Ravenna. Gomes del Savona resta una suggestione e comunque il forte puntero avrebbe espresso la volontà di restare in Liguria mentre sta prendendo quota il nome di Cristian Brega del Gavorrano, un nome che a ogni piè sospinto viene accostato alla Massese.

L'idea sarebbe quella di ricreare la coppia con Lombardi che ha fatto le fortune della società grossetana in serie D, contribuendo in modo determinante alla promozione in C. Il problema è che Brega potrà, eventualmente, essere preso solo a gennaio alla apertura del mercato invernale dei professionisti o, in caso di svincolo dalla società rossoblù, potrà essere utilizzato solo un mese dopo l'ultima partita giocata come dimostra il caso di Lombardi che potrà ri - esordire in maglia bianconera solo a Forte dei Marmi. Insomma, non una situazione
facile mentre incombe la partita di domenica con l'Argentina Arma di Taggia che non dovrà assolutamente essere fallita. A proposito: resta aperta la possibilità che Remorini lasci la Massese dinanzi alle diverse sirene provenienti dalla serie C.

Alessandro Tabarrani

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista