Quotidiani locali

L’Hockey CariSpezia dà spettacolo

Giovinazzo prova a riaprire il match dopo essere stato sotto di tre lunghezze. Ma De Rinaldis e compagni sono bravi

MASSA . Carispezia non perdona, Giovinazzo ko. I rossoneri volevano fortemente questo successo. Impeccabili nel primo tempo chiuso sul 5 a 1 con poker di Sergio Festa. Nella ripresa i pugliesi tentano di riaprire la partita ma un ottimo Francesco De Rinaldis sbarra loro la strada. Nel prossimo turno i rossoneri di Francesco Dolce saranno impegnati nella proibitiva trasferta al “Palacastellotti” di Lodi ospiti dell’ Amatori.

L’allenatore giocatore Angelo Depalma, che arrivava al Centro Polivalente con l’organico privo di Sinisi, Marzella e Mastropasqua, schierava il suo starting five titolare con lui stesso insieme a Luca Santeramo e alla coppia d’attacco Valerio Antezza e l’argentino Balmaceda con Belgiovine alla difesa della porta e a disposizione Bavaro, giudice e il secondo portiere Lanza. Dolce rispondeva con il solito quintetto base Corona, Rubio, De Rinaldis, Borsi, Festa. Partita da subito vibrante con i padroni di casa, che provavano a spingere sull’acceleratore. Ma erano gli ospiti a passare in vantaggio al 5’ 41” Antezza riceveva palla da Bavaro, eludeva l’intervento di Corona e lo puniva da posizione defilata. Sarzana reagiva, ma anche Giovinazzo era pericoloso in contropiede. All’11’ 32” pareggio rossonero, Festa scendeva sulla sinistra e lasciava partire un diagonale che si insaccava alle spalle di Belgiovine. Ancora Festa in rete al 15’ 33” che da distanza ravvicinata trovava la deviazione volante sull’assist di Rubio. Al 18’ 34” contropiede magistrale degli uomini di Dolce, con Festa che serviva a De Rinaldis la pallina che il guerriero rossonero scaraventava in rete. Al 22’ 43” Festa lasciava partire un siluro da fuori area che batteva Belgiovine per la rete del 4 a 1. Giovinazzo provava a scuotersi e colpiva un palo con Santeramo ma a 40 secondi dall’intervallo Festa servito magistralmente da Xavi Rubio trovava la quinta rete e con il punteggio di 5 a 1 a favore dei rossoneri di Francesco Dolce le due squadre andavano al riposo.

Nel secondo la formazione pugliese cambiava stategia di gioco schierandosi a zona. Passavano pochi minuti e un fallo di Festa su Santeramo veniva sanzionato con il cartellino blu e tiro di prima: si incaricava della battuta Antezza ma Corona parava e poi resisteva ai due minuti di inferiorità numerica. Passato il pericolo dell’uomo in meno i rossoneri andavano in rete al 32’,24” con De Rinaldis servito da Dolce. Partita chiusa? Niente affatto. Nel giro di cinque minuti tornava lo spauracchio visto contro il Thiene (da 4 a 0 e 4 pari). L’indomito Balmaceda, con le sue tre realizzazioni, riapriva le speranze pugliesi. Al 34’04” Balmaceda eludeva la difesa rossonera, si accentrava e batteva Corona; il bomber argentino si ripeteva subito dopo con un’altra bella rete realizzata con carattere e determinazione. Carispezia, in questo frangente, badava esclusivamente a controllare il gioco. Bavaro guadagnava un cartellino blu per fallo su Borsi e nella punizione di prima Belgiovine si superava su Rubio. Poi, un fallo di Borsi al 40’ 08” veniva punito con il blu mostratogli da Ferraro. Punizione di prima e uomo in meno. Corona parava la trasformazione di Balmaceda, ma l’attaccante era lesto a riprendere la respinta del portiere e a ribadire in rete realizzando la sua tripletta personale. Sul Vecchio Mercato calava il gelo, ma al 46’ 07” De Rinaldis spegneva le velleità degli ospiti : confusione in area e De Rinaldis trovava
la deviazione vincente. A dieci secondi dalla sirena era ancora De Rinaldis a battere Belgiovine per l’8-4 finale.

Nel prossimo turno i rossoneri di Francesco Dolce saranno impegnati nella proibitiva trasferta al “Palacastellotti” di Lodi ospiti dell’ Amatori Campione d’Italia.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista