Quotidiani locali

Scoppola Tirrenia L’esordio in coppa è un ko pesante

Il Serricciolo ha dominato il match segnando tre reti Il dg Bardini: «Non siamo preoccupati, lavoriamo e basta»

MASSA . All'esordio contro una squadra della stessa categoria, anche se in coppa Toscana, la Tirrenia assaggia subito la realtà del nuovo campionato. Con il Serricciolo in casa, a Ronchi, la squadra di Alberti è stata battuta nettamente dalla più esperta avversaria e che già nella scorsa stagione, pur essendo neopromossa a sua volta, fece un ottimo campionato. Un 3-0 che potrebbe essere preoccupante se non ci fossero scusanti, invece questa partita, giocata per altro sotto un diluvio, ha fornito al tecnico Paolo Alberti e al Dg Luca Bardini molte indicazioni, sia sui ruoli che sul modulo.

Purtroppo il tempo a disposizione non è molto visto che già domenica prossima inizierà il campionato e la squadra giocherà in casa con il Marginone. Dunque Tirrenia e Serricciolo si sono scontrate ( per la Tirrenia era l'esordio, il Serricciolo aveva già disputato la prima gara visto che il girone è a tre con Tirrenia, Romagnano e Serricciolo) sul campo di via dei Lecci nelle formazioni, al momento migliori. La Tirrenia con Stagnari, Vita ( dal 46' Youssefy), Coletti, Veralli, Schintu, ( 46' Bertola), Lombardi ( 60' El Bard), Giulianelli, Poggi ( 46' Lopez), Tragni, Canesi (60' Antonioli), Kabashi. Allenatore: Paolo Alberti. Il Serricciolo ha schierato Rovere, De Masi, Menchini, Tonelli, Ginocchi ( 60'Lombardi M.), Mastorci, Marchionna ( 55'Tavoni), Ceragioli, Iardella, (80' Guelfi), Sbardella ( 75' Ceragioli L.), Gerali Manuel. All. Andreazzoli. Le reti sono state realizzate tutte nel primo temo al 15' e 30' da Iardella, al 23' da Sbardella.

Dunque è stata subito una partenza ad handicap per i ragazzi di Alberti che non hanno fatto nemmeno in tempo ad organizzarsi che erano già sotto di due reti, poi la terza di Iardella ha chiuso la partita. Davvero nulla da fare per la Tirrenia. Ma il risveglio è stato troppo brusco.

«Non siamo preoccupati eccessivamente - ha detto al termine il direttore generale Bardini – perchè la squadra è stata rinnovata quasi del tutto e sapevamo dei nostri problemi, sappiamo cosa dobbiamo ancora fare e poi Alberti, che è un tecnico bravo ed esperto, ha potuto
vedere dove intervenire e come migliorare sia l'intesa che la condizione fisica. D'altro canto anche l'acquazzone caduto durante la gara non ci ha consentito più di tanto nel mettere in atto quello che abbiamo provato in settimana».

Aldo Antola

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie