Quotidiani locali

Massese, girone con toscane e liguri

È l’ipotesi che gradirebbero i bianconeri ma spunta la soluzione col Piemonte 

MASSA . È slittata a domani la compilazione dei gironi della prossima stagione di serie D. Il ricorso per il mancato ripescaggio presentato dal Rende ha dunque indotto il Dipartimento Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti a spostare di un giorno la pubblicazione dei raggruppamenti per la stagione 2017/2018. Anche in casa della Massese c’è dunque molta curiosità di sapere chi i bianconeri dovranno affrontare nel prossimo campionato e già circolano le prima voci su quale sarà il girone nel quale verrà inserita la squadra di Zanetti. Una prima ipotesi parla di un girone composto da dieci squadre toscane e otto liguri, oppure, se verrà accolta la richiesta della Sanremese di giocare con le piemontesi, un girone con dodici toscane e sei liguri, considerando che l’Argentina seguirebbe a ruota la Sanremese.

Una terza ipotesi, tutt’altro che remota, prevede invece un raggruppamento con tre compagini piemontesi (Bra, Casale e Derthona), otto liguri e sette toscane (con la Massese, anche Real Forte Querceta, Seravezza, Ghiviborgo, Ponsacco, Viareggio e Montecatini). Si starà a vedere, domani pomeriggio i gironi verranno svelati una volta per tutte. Intanato la truppa di Zanetti ha aumentato i carichi di lavoro effettuando una doppia seduta di allenamento ieri che verrà ripetuta anche oggi, mentre domani è prevista una sola seduta mattutina. Sabato pomeriggio allo stadio degli Oliveti si svolgerà la partita di allenamento contro la Pontremolese con inizio fissato alle 17.30. Si sta allenando regolarmente con i compagni anche il nuovo acquisto, Marco Spinosa che potrà essere visto all’opera nelle prossime uscite non ufficiali. È lui l’uomo su cui la Massese ha deciso di fare affidamento per trovare i giusti equilibri a centrocampo (nell’amichevole contro il Lentigione, Spinosa non è sceso in campo) in attesa di chiudere il cerchio attorno alla rosa con l’arrivo di un giovane terzino sinistro. Tuttavia, non è escluso che la dirigenza apuana decida di effettuare una ulteriore operazione in entrata, ma molto dipenderà da quanto emergerà nelle amichevoli – oltreché nella sgambata con la Pontremolese – contro Entella e Genoa
e nel “Memorial Marchini” a Castelnuovo. Sebbene non ufficiali, le prossime saranno tappe importanti per capire se la squadra costruita sinora debba essere ulteriormente puntellata evitando di dover ricorrere, ancora una volta, al mercato invernale.

Alessandro Tabarrani

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics