Menu

CALCIO

Subito dentro
i nuovi acquisti

Subito dentro i due ultimi acquisti, gli esterni difensivi Vannini a destra e Del Vivo a sinistra, la Carrarese stringe

i tempi per tentare di evitare i playout: calcolatrice alla mano, da qui alla fine servono sei vittorie in 14 partite; finora, ne sono state ottenute 4 in 20, l'ultima in casa 4 mesi e mezzo fa con il Fano. Inutile stare a rivangare motivi, colpe, responsabilità. La squadra era incompleta, punto
CARRARA. Subito dentro i due ultimi acquisti, gli esterni difensivi Vannini a destra e Del Vivo a sinistra, la Carrarese stringe i tempi per tentare di evitare i playout: calcolatrice alla mano, da qui alla fine servono sei vittorie in 14 partite; finora, ne sono state ottenute 4 in 20, l'ultima in casa 4 mesi e mezzo fa con il Fano. Inutile stare a rivangare motivi, colpe, responsabilità. La squadra era incompleta, punto. Ora si riparte dal 4-4-2 (anche per l'assenza di Bariti), 2 punte per battere una diretta concorrente, che in traduatoria però ha ben 4 punti di più (23, gli azzurri 19).

Il tecnico azzurro Rino Lavezzini ora è più sereno: «Finalmente ho una panchina completa: possiamo fare bene o male, però adesso l'organico è coperto in tutti i reparti, e se serve, posso fare un cambio ruolo per ruolo. Non ho mai chiesto la luna, semplicemente di completare la squadra. I due nuovi mi hanno bene impressionato, Vannini ha una buona gamba, può anche salire; Del Vivo è più marcatore, forte fisicamente».
E questa Pro Vasto? «Ora che ho le soluzioni e un equilibrio fra i reparti, sinceramente, non mi preoccupo più di tanto degli avversari. Certo, attenzione a Cammarata, giocatore che non scopro io, però ciò che conta è che la mia squadra sia concentrata e abbia la grinta giusta. Guardate: abbiamo affrontato due delle squadre più in forma, S. Marino e Fano, e decisamente abbiamo retto il confronto; poi, è arrivato un solo punto, lo so: ma a Fano, quando loro hanno giocato con quattro punte, non avevo soluzioni alternative».
La Pro Vasto, galvanizzata dal successo sul Prato per 2-0, sarà la stessa di domenica scorsa, l'unica eccezione è rappresentata dal ritorno in porta di Sassanelli. Il modulo sarà il 4-2-3-1.

PREMIO A MARIO TESCONI. Un illustre ospite in tribuna oggi assisterà alla gara della Carrarese contro la Pro Vasto. Torna dopo oltre cinquant'anni Mario Tesconi, classe 1933, sette stagioni con gli azzurri dal 1947 al 1954 con 121 presenze e dieci gol all'attivo. Tesconi poi fu acquistato dal Venezia dove è rimasto per quasi dieci stagioni salvo una breve parentesi con la maglia del Verona nel campionato di serie A 1957-58. A Tesconi il sindaco Angelo Zubbani consegnerà la medaglia forgiata dallo scultore Floriano Bodini mentre il presidente della Carrarese donerà all'ex azzurro la maglia del centenario. L'iniziativa è stata del presidente del veterani sportivi Erberto Galeotti che ha giocato con Tesconi per alcune stagioni e del presidente dell'Ente Cultura e Sport Gualtiero Magnani. La cerimonia avrà luogo poco prima dell'inizio della gara con la Pro Vasto.

CURVA A UN EURO. Oggi, curva nord a 1 euro per favorire l'ingresso dei tifosi.
Intanto, il direttivo dei Cani Randagi Curva Nord interviene sulla richiesta di spazi fatta all'amministrazione comunale: «Vogliamo di nuovo ribadire che chiediamo spazi per portare avanti un'attività
sociale - continua il comunicato - la nostra idea è di uno spazio sociale per i giovani che seguono la Carrarese. Non vogliamo lucrare, non ci interessa altro. Non chiediamo la luna ma semplicemente uno spazio per i giovani per ritrovarsi e per vendere il materiale».

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro