Quotidiani locali

Montereggio: il bilancio di un evento arrivato alla 15ª edizione 

Festa del Libro, l’interesse cresce. L’idea: incontri con gli autori durante tutto l’anno

CULTURAMULAZZOLa otto giorni più attesa dell’estate, la Festa del Libro di Montereggio, si è conclusa registrando un aumento di presenze rispetto alle edizioni precedenti. Il quindicesimo...

CULTURA

MULAZZO

La otto giorni più attesa dell’estate, la Festa del Libro di Montereggio, si è conclusa registrando un aumento di presenze rispetto alle edizioni precedenti. Il quindicesimo anniversario è stata l’occasione per aumentare il numero delle serate e alzare l’asticella dei contenuti, che hanno trovato una pronta risposta da parte del pubblico che hanno seguito con grande attenzione gli incontri con autori di spessore, sviluppando un dibattito sui temi più cogenti del panorama nazionale.

Una grande soddisfazione per il presidente dell’Associazione paese dei Librai, Franco Muzzio che, insieme a Roberto Lazzarelli ed Emanuela Dell’Orco tengono viva questa tradizione legandola a quella connessione speciale che Montereggio conserva del proprio Dna sin dal 1500: il commercio dei libri. «È stata un’edizione molto soddisfacente – racconta Muzzio – con una buona risposta del pubblico che si è arrampicato sino a Montereggio dimostrandosi curioso ed interessato ad argomenti quest’anno particolarmente impegnativi, interagendo con gli autori in maniera molto attiva. È stata una vera soddisfazione vedere questo interessamento nonostante si stia vivendo un momento di grande impoverimento culturale. La nostra è stata una prima risposta ed è in cantiere anche la possibilità di estendere questa tipologia di incontri durante gli altri 12 mesi, proseguendo nell’opera di divulgazione del sapere. Bisogna mantenere viva una tradizione ben radicata, se si considera che, negli anni ’50 dello scorso secolo, la metà della popolazione montereggina trovava il suo ambito lavorativo nel commercio dei libri».

Sulla stessa linea anche il sindaco di Mulazzo, Claudio Novoa: «La Festa del Libro di Montereggio – spiega – è un’occasione di sviluppo per il territorio mulazzese tutto, diventando una cartina di tornasole per l’immagine del territorio e della sua valorizzazione. Ha dimostrato ancora una volta di attrarre interesse e creare un movimento, con un cartellone di grande livello. Dobbiamo riappropriarci di questa realtà, fare in modo che questo villaggio del libro possa emergere. Su queste linee bisogna muoversi nel prossimo futuro, un obiettivo che tutta la comunità deve sentire come sua». Il Silent Book Contest, da quest’anno dedicato a Gianni de Conno, illustratore scomparso lo scorso anno ed ideatore di questo concorso, ha tagliato, nell’edizione odierna, il traguardo dei cinque anni, confermandosi come stella nascente nel panorama del mondo illustrato, attirando sempre più artisti di ogni nazionalità, che vogliono provare a creare una storia utilizzando solamente le immagini, mettendo da parte ogni tipo di barriera linguistica ed ogni confine, provando a cimentarsi in un vero e proprio linguaggio universale.

«Il Silent Book, nato all’ombra del Bancarella e di questa tradizione dei librai, di cui ci siamo fatti promotori come amministrazione - prosegue il sindaco - raggiunge un primo traguardo importante. Ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per diventare un concorso di successo, grazie alla collaborazione con l’editore Carthusia, su scala planetaria». Quest’anno è stato vinto dalla giovanissima illustratrice Anastasiia Suvorova, che ha avuto l’emozionante incontro con l’editore per la consegna del suo libro illustrato “Immagina”, presentato in anteprima proprio alla Festa del Libro. Anche qui le potenzialità che possono essere sviluppate sono tantissime. Dall’anno prossimo lo stesso Silent si farà in tre: uno stand sarà presente, come ogni anno, al Children Book Fair di Bologna, dove verranno presentati i finalisti, il vincitore sarà annunciato all’interno del Salone Internazionale del Libro di Torino ed infine la presentazione in anteprima dell’opera vincitrice sarà usualmente svolta a Montereggio.

«Dobbiamo tenere accesi i riflettori che si sono puntati sul nostro comune, possiamo crescere ulteriormente. Sono questi i risultati che portano un

comprensorio a crescere, ben al di là dei riconoscimenti e delle medaglie», sottolinea in chiusura il primo cittadino di Mulazzo. L’appuntamento dunque con la Festa del Libro, nella book town di Montereggio, è all’edizione 2019, la numero sedici. —

CRISTIANO BORGHINI

TrovaRistorante

a Massa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro